Whatsapp supera Twitter

Mister Gadget Team17 Aprile 2013

Il dato da solo fa abbastanza impressione, perché leggere che whatsapp oggi è più importante di Twitter da il segno di una piccola rivoluzione in corso.

O forse questo dato è importante anche per un altro aspetto, che forse è ancora più rilevante: sottolinea come alcune aziende abbiano un valore percepito molto più alto di quello reale.

Questo secondo me è il caso di Twitter, che se è vero che ha un valore inestimabile in casi di emergenza e quando le notizie devono correre veloci, è altrettanto vero che probabilmente il proprio valore percepito è di gran lunga superiore a quello reale.

Ma ecco i numeri: whatsapp  ogni giorno ha 200 milioni di clienti attivi che generano 12 miliardi di comunicazioni quotidiane. La crescita e impressionante se pensate che nel giorno del 31 dicembre sono stati generati sempre dal software whatsapp 10 miliardi di messaggi. Tornando indietro di pochi mesi, ovvero allo scorso agosto del 2012, il numero di messaggi quotidiani era di 6 miliardi.

Se dovessimo fare un grafico della crescita, sarebbe davvero impressionante: 6 miliardi ad agosto 2012,11 miliardi a dicembre 2012,12 miliardi a febbraio 2013.

Fa riflettere però il fatto che la crescita di Whatsapp pur essendo così straordinaria non rappresenti più un caso isolato. Il principale competitore, LINE, ha oggi raggiunto la cifra ragguardevole di 130 milioni di utenti, 10 dei quali nella sola Spagna. Il numero spagnolo è impressionante se pensiamo che nell’intero territorio iberico ci sono 54 milioni di utenti con smartphones.

Nell’area asiatica esiste invece un altro competitore kakaotalk che da solo ha raggiunto 80 milioni di utenti.

Certo, una delle differenze fondamentali è che i numeri di mozzata parlano di clienti attivi ogni giorno, il che è un dettaglio da non sottovalutare, ma la competizione si fa serrata.

Di fatto, tutto questo lucidare i propri numeri da parte di whatsapp per metterli in bella mostra sembra un modo furbo per mettere l’azienda in vetrina. Davvero non esiste trattativa con google, o forse non è stato ancora raggiunto il giusto prezzo?!?