Whatsapp smentisce vendita a Google
News

Whatsapp smentisce vendita a Google

Neeraj Arora, fondatore e capo di  whatsapp ha smentito con decisione la notizia girata ieri dell’acquisizione della sua azienda da parte di whatsapp per la cifra iperbolica di 1 miliardo di dollari.

Secondo il fondatore dell’associazione di messaggistica che ogni giorno gestisce 18 miliardi di messaggi, non ci sono basi concrete dietro le voci che vogliono ormai avanzata la trattativa.

Whatsapp prosegue con il suo modello di business che prevede il download gratuito e poi un fee annuale, pare a 99cents, 89 centesimi di euro.

Però, tutto sommato, aveva un senso la notizia di una vendita proprio a google, nel momento in cui si parla dell’esordio del servizio di babel, ovvero di un nuovo servizio multipiattaforma di messaggistica istantanea che dovrebbe dare a google quel lustro che non è mai riuscita ad avere in questo tipo di campo specifico della comunicazione on line.

A quanto pare, però, la fantasia corre più del business.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.