Un po' di pigrizia
News

Un po’ di pigrizia

in questi giorni ho ricevuto un po’ di messaggi “Minatori” (che non hanno nulla a che vedere con quelli che lavorano nelle miniere) perché “non scrivo più”.

in effetti, sono preso da un po’ di pigrizia per le motivazioni più svariate. La prima è che il tempo libero dentro casa è occupata dal simpatico nanetto, quindi perdo i momenti che una volta erano più creativi. Poi c’è l’aggravante che l’altro nanetto (quello che ispirava a mille) non c’è più, per cui ho perso almeno l’80% dei motivi di incazzatura.

aggiungo anche che il social networking in effetti sta un po’ uccidendo il blogging. forse a distanza di circa 7/8 anni dalla nascita dei blog e dei bloggers, oggi non ha più tanto senso un modo di fare notizie che è stato travolto dalla comunicazione a 160 caratteri. Ieri per una ragione precisa stavo cercando alcuni post di alcuni anni fa e devo dire che riconosco di avere perso un po’ di smalto, il mio reportage dall’australia era veramente interessante anche rivisto a distanza di anni.

Mi ha fatto un po’ impressione rivedere il lavoro fatto di live reports in un’epoca in cui usare la navigazione dal cellulare era ancora abbastanza pionieristico. capaci tutti di postare una foto su facebook oggi, ma allora aveva un fascino davvero pazzesco. forse spogliandosi un po’ dei problemi del format e del template, la forma davvero funzionale di blogging rimane quella dei vecchi tempi. vediamo se con calma si riesce a recuperare.

tra poco arriva la scadenza dei 7 anni dall’apertura di questo blog, un po’ fa impressione pensare a quante immagini e quanti storie sono passate da queste pagine, per qualcuno magari più che per altri. chissà che effetto ci farà rivedere questo pezzo di vita tra vent’anni…

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.