Touch ID di Apple porterà ad amputazioni di dita? Ma per piacere...
News

Touch ID di Apple porterà ad amputazioni di dita? Ma per piacere…

Ogni tanto leggo su alcuni giornali delle notizie che mi fanno sorridere, per evitare di rabbrividire. Sulla prima pagina di corriere.it oggi viene presentata una teoria, secondo cui l’impronta digitale che viene richiesta da iPhone potrebbe addirittura portare alla amputazione di dita per il furto dei telefoni.

Immediatamente dopo c’è anche la doverosa precisazione che poichè la tecnologia legge anche la carica elettrostatica trasmessa dal dito, il pericolo non esiste.

Il commento che mi viene però quando leggo informazioni di questo genere è: nient’altro da scrivere? Spazio vuoto da riempire? In gergo tecnico, particolarmente tecnico credo che questo genere di notizie si chiami “fuffa”. Anche perchè l’ipotesi era già stata presa in considerazione in passato e già scartata con una spiegazione tecnica molto chiara.

E poi, sia chiaro, quello che scrive cazzate sono io!!!! 😀

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.