Rifornire l'auto o lo stomaco?
News

Rifornire l’auto o lo stomaco?

image

Ieri ho fatto il pieno ormai quasi con serbatoio vuoto. Il prezzo sborsato ormai é allucinante, lo vedete in foto. Lo é ancora di più,  soprattutto se pensiamo che quasi il 60% va allo stato. In pratica, se pensate di aver guadagnato 180 euro, dopo le tasse ne avete 90, prendete il gruzzoletto e fate il pieno; vi serviranno tutti quei soldi e lo stato tratterrà altre 50 euro.

Alla fine, avrete incassato 180, di cui ne avrete versati circa 140 per avere i treni che abbiamo, la Salerno reggio Calabria e la sanità che al sud é un disastro.

Qui ormai revoluscion non é un vezzo, ma una necessità.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.