Prende fuoco il Samsung Store di Singapore, ditemi che è uno scherzo!

Luca Viscardi28 Marzo 2017

Se non fosse il giorno prima del lancio del nuovo Samsung Galaxy S8, probabilmente non prenderemmo nemmeno in considerazione la notizia; in realtà continuo a pensare che sia totalmente irrilevante, però bisogna ammettere che quella che rimbalza oggi da Singapore più che una storia di cronaca piuttosto ordinaria sembra uno scherzo del destino.

Nelle ultime ore ha preso fuoco un Samsung Experience Store, senza conseguenze per cose o persone, grazie all’intervento del sistema anti-incendio della struttura che è entrato in funzione e ha spento le fiamme.

Ovviamente, la notizia ha subito evocato i fantasmi del Galaxy Note 7, nemmeno in una trama di “Mission Impossible” avrebbero generato un intreccio di questo genere! Alzi la mano chi. non ha pensato: “non sarà mica colpa di un telefono…”.

A mettere il sigillo su questa associazione di idee ci ha pensato la stessa azienda coreana, che anziché far finta di non aver aperto il giornale, acceso la tv e consultato il computer, ha emesso un comunicato stampa ufficiale.

We were alerted to a fire at the Samsung Experience Store at AMK Hub in the early hours of Tuesday morning before store opening hours. The fire was extinguished by water sprinklers in the store and no one was injured during the incident. We are currently assessing the property damage and working closely with the authorities to determine the cause of the fire.

Non vi nascondo che io non avrei proferito parola sul fatto nemmeno sotto tortura, ma siamo nel 2017, difficile mettere a tacere le situazioni scomode, soprattutto quando un colosso come Cnet decide che la storia è interessante e la pubblica in prima pagina.

Ovviamente un fatto del tutto irrilevante per la gran parte dell’anno, diventa un’occasione ghiotta per un po’ click il giorno prima del lancio del Galaxy S8.

Ovviamente, scopriremo un po’ più in là che i telefoni non c’entravano niente con le fiamme, molto probabilmente bisogna biasimare qualche lampadina difettosa o magari qualche presa di corrente collegata in troppa fretta, ma chi si ricorderà di verificare quando saranno passati i momenti caldi del Galaxy S8?

Manca solo che arrestino qualcuno della famiglia che guida l’azienda tra oggi e domani e poi la Legge di Murphy raggiungerà la sua massima espressione e una vera apoteosi.

In questo contesto di frenesia,  travolti da quella che oggi si chiama “Hype”, arriva anche l’informazione, per me quasi comica, di una possibile scarsità negli approvvigionamenti dei Galaxy S8 nelle prime settimane di vendita, a causa della difficoltà che Qualcomm sta riscontrando nella produzione del processore Snapdragon 835.

Non è ora di trovare qualche motivo più originale per cercare di costruire il solito dramma anteposto al lancio? Siamo ormai piuttosto abituati anche a questo tema,  non ci tocca e non ci spaventa più.

Dai, cerchiamo qualche altro argomento originale per movimentare questa giornata di vigilia, quelli che abbiamo letto fino ad ora non funzionano.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover