Microsoft: mercato mobile a -46%

Mister Gadget Team22 Aprile 2016

Microsoft: mercato mobile a -46% nel terzo trimestre fiscale del 2016, mentre crescono i guadagni generati da Surface, che portano ad un lusinghiero +61%.

Sono i dati arrivati proprio in queste ore, subito dopo quelli comunicati da Google. Il destino per i colossi pare essere identico, perché non sono stati rispettati gli obiettivi previsti dagli analisti di mercato, anche si contesti operativi di Google e Microsoft sono completamente diversi.

Concentriamoci sul colosso di Redmond: i numeri sul mobile credo siano inevitabile conseguenza di una strategia un po’ difficile da inquadrare.

Gli ultimi prodotti non sono male, in particolare il Lumia 650 che si compra a 200 euro e offre secondo me una buona combinazione qualità prezzo.

Purtroppo, però, è stato mancato totalmente il mercato dei top, perché i lumia 950, pur ottimi, non possono competere nella percezione dell’utente con i mostri sacri degli altri produttori. Impugnare un 950 e poi passare al Galaxy S7 vi fa pensare ad un salto di due fasce di prezzo.

Sotto il cofano, la tecnologia è strepitosa, ma l’aspetto esteriore penalizza in modo drastico i due top Lumia.

Ma il prodotto, lo sappiamo, è solo un pezzo della catena del successo dell’azienda: l’impegno degli operatori, il contributo degli sviluppatori, il marketing puro sono elementi in cui purtroppo Microsoft non ha profuso grandi sforzi, forse perché gli smartphone non sono così strategici come potevamo pensare dopo l’acquisto di Nokia.

Nel complesso, comunque, il fatturato di Microsoft è stato di 20.5 miliardi di dollari, contro i 23.8 del trimestre precedente. La sintesi dell’andamento del business è questa:

  • Abbonati office 365: 22.2 milioni, +6%
  • dispositivi mobili: -46%
  • surface: +61%
  • Cloud: +5%
  • Azure: +120%
  • windows OEM: -2%
  • utenti xbox live: 46 milioni +26%
  • ricavi bing: +18%

Dati in chiaroscuro,  che secondo gli esperti sono agganciati anche ad una sfavorevole posizione monetaria del dollaro rispetto al resto del mondo.

Di fatto, pare molto chiaro quale sia il settore che soffre di più. E credo che sia difficile prevedere una cura per il malato. Conoscendo le dinamiche di aziende come Microsoft, non mi meraviglierei se la divisione fosse chiusa o venduta.

Lo sforzo che Microsoft fa per presidiare le piattaforme Android e iOS ci fanno pensare che lo scenario non sia da escludere a priori.