Le recensioni e il pubblico

Mister Gadget Team7 Marzo 2014

Oggi è giornata di riflessioni. Chi si occupa di tecnologia sta correndo serissimi rischi, direi che sta subendo purtroppo l’evoluzione tipica di chi ha un eccesso di specializzazione.

Lo dico perché i dati di vendita ci dicono che oggi giornalisti e blogger rischiano di stare alla tecnologia come i critici musicali stanno agli artisti di cui scrivono: è altamente probabile che ciò che i critici osannano risulti un flop, la qual cosa è preoccupante.

Facevo questa riflessione ieri leggendo una serie di dati che riflettono i dati di sell-out, cioè i prodotti che raggiungono effettivamente le case degli utenti, non quelli con cui si riempiono i magazzini e che poi restano lì giacenti.

Il Galaxy S4 è stato più o meno maltrattato dai reviewers eppure è il prodotto di Samsung più venduto quest’anno. iPhone 5s è scomparso dalle cronache ed è stato accolto con una certa superficialità un po’ da tutti: è l’iPhone più venduto di sempre con ritmi di vendita vertiginosi.

HTC One è stato acclamato come il miglior prodotto di tecnologia del 2013: un flop colossale. Sony Z1: accolto come prodotto dalle caratteristiche sorprendenti e convincenti: non è nei radar delle vendite in alcun angolo di mondo. Nexus 5: atteso da tutti i bloggers/reviewers/critici dell’high tech come la soluzione dei problemi del mondo: insieme al tablet con lo stesso nome arriva a malapena al 4.5% di presenza sul mercato.

Houston, we have a problem. E’ evidente che chi scrive e il pubblico abbiano due metri di valutazione completamente diversi. A questo punto la domanda è: nello scrivere dobbiamo tenere conto solo delle specifiche tecniche o imparare a valutare ciò che è davvero importante per chi usa la tecnologia?

Secondo me la seconda, ma il dibattito è aperto.