La top 5 degli smartphone più venduti: ecco perché Huawei è assente

Redazione Web11 Giugno 2021
smartphone vendite

Recenti dati di mercato hanno mostrato il calo generalizzato di Huawei, uscendo dalla top 5 degli smartphone più venduti a livello globale.

Se vi ricordate, a fine 2020 l’azienda fu costretta a vendere la sua branchia Honor a causa delle difficoltà derivanti dal ban di Trump.

Adesso, a qualche mese di distanza, analizziamo i dati di vendita con la classifica dei 5 brand di telefonia di maggior successo al mondo.

La classifica top 5 degli smartphone più venduti

Nella top 5 vediamo al primo posto Samsung, regina assoluta delle vendite nei primi tre mesi del 2021 con 77 milioni di dispositivi. Complice sicuramente l’uscita di S21 ma anche dei A52 e A72.

Al secondo posto troviamo Apple, con 57 milioni di iPhone piazzati sul mercato ed un incremento del 44% rispetto al 2020.

Gradino più basso del podio per Xiaomi, con 49 milioni di unità ed un aumento spaventoso dell’80% rispetto al 2020.

Dopodiché la classifica prosegue con due brand cinesi, Oppo e Vivo, che stanno vedendo le loro quotazioni in netto rialzo.

Per Oppo, l’aumento è del 68%, mentre per Vivo è dell’85%, con una prospettiva di crescita.

smartphone più venduti
Il mercato degli smartphone è in evoluzione

Il vero grande assente: Huawei

Ma il vero grande assente di questa classifica è Huawei.

Huawei ha ricoscontrato diversi problemi nel primo trimestre di quest’anno.

Infatti, l’azienda ha costituito solo il 4% delle spedizioni globali di smartphone dei primi tre mesi dell’anno, una perdita enorme considerando che un tempo era il marchio di smartphone numero uno al mondo.

Tutto questo, purtroppo, rende il suo recente lancio HarmonyOS 2.0 ancora più critico per la sopravvivenza del suo business di smartphone.

Gli altri marchi della Top 5 degli smartphone più venduti

Per quanto riguarda gli altri grandi marchi, Apple ha visto un certo declino della sua quota a livello globale e in alcune regioni.

Infatti, anche se mantiene il suo vantaggio in Nord America, in Europa, questo è stato sufficiente per cedere la posizione di vertice a Samsung.

La compagnia sudcoreana ha sempre fatto fatica in Cina tanto che ormai non figurava mai nelle classifiche, ma si ritrovava nel gruppo che viene sempre definito come “altri“.

Con Huawei che sta lentamente uscendo e allontanandosi dalla top 5 potrebbe riuscire a ritagliarsi qualche spazio, ma se vuole farlo deve muoversi prima che le altre compagnie cinesi consolidino ancora di più la loro posizione.