La tecnologia al Cinema: Arcadia

Mister Gadget Team17 Gennaio 2013

Di solito qui si parla di Gadget, ma anche la tecnologia in senso lato è sempre tema molto interessante. Ricevo e pubblico volentieri la segnalazione di Marco, che è un amico e anche lettore del blog, che ha provato la visione de “lo hobbit” con la nuova tecnologia a 48 frame al secondo. Ecco il racconto dell’esperienza.

Ciao Luca, spero di farti cosa gradita raccontandoti un po la nostra esperienza nella visione del film Hottit in 3D/HFR (al miglior cinema italano, che e’ ancora e sempre Arcadia di Melzo).

 

HFR: High Frame Rate. Ovvero ogni secondo passano sullo schermo 48 fotogrammi (anziche’ 24 come da decenni accade per i film) o 25 come nella TV europea.

 

Cosa cambia ? Beh…sostanzialmente l’immagine e’ fluida, non va mai a “scatti”, neppure nelle panoramiche. Questi scatti in realta’ non li notiamo piu’, abituati come siamo a vedere “i film”. Solo che quando non ci sono piu’ (come appunto nel HFR) si ha una strana sensazione.

In effetti sembra di “non essere al cinema”.

 

Ed infatti, leggendo le recensioni, sia di importanti critici cinematografici che di importanti siti di tecnologia, ho trovato opinioni diametralmente opposte sul 48fps.

 

C’e’ chi dice che si tratta di un grande sviluppo, con immagini molto piu’ dettagliate, e poi c’e’ chi dice che sembra di vedere una soap opera, e che tutta la magia del cinema sparisce in questo tipo di proiezione.

 

E…non potrei essere piu’ in disaccordo.

 

Anzi, mi vien da dire che se la “magia” del cinema sta nel fatto che i panning vanno a scatti, e che l’immagine non e’ fluida….beh, qella magia e’ ben poca cosa.

 

Ora e’ il caso di  dire questo: la proiezione e’ avvenuta in Sala Energia, una sala dotata di uno schermo enorme, che sostanzialmente ti occupa tutto il campo visivo.

Ed in una sala con un suono (THX-certified) che e’ assolutamente….non si puo’ spiegare. Anzi si: pur avendo piu’ di 10 anni, ancora oggi dopo il famoso “trailer” THX (che manda fuori onde subsoniche a non so quale potenza) il pubblico commenta emozionato, sottovoce. Occorre andarci per capire.

 

Inoltre il film e’ 3D.

 

Bene, l’insieme di 3D, grande schermo e immagine fluida….fa si che si possa “fisicamente” scordare di essere al cinema e concentrarsi solo sulla storia.

 

Che peraltro a me e’ piaciuta come quelle precedenti dello stesso regsta (la serie “Signore degli anelli”).

 

Insomma, credo che ogni Gadget-Lover possa e forse debba concedersi un giorno al cinema, per questo bellissimo film, in quella bellissima sala.

 

 

Mi è venuta voglia di andare al cinema.