La prima volta

Mister Gadget Team23 Ottobre 2014

Oggi per la prima volta ho cancellato un utente dal db del nostro sito. Non gli sarà più consentito accedere alla sezione commenti. Mi spiace, e non sapete quanto, ma questo è la mia “stanza dei giochi”, lo spazio dove io divago con la mia passione più grande, la tecnologia, cercando di condividere esperienze.

Non dispenso verità, non cerco di fare proselitismo nè evangelismo per una marca o per l’altra. Ho una passione, una spiccata propensione a comunicare e ho unito qui e su altri media le due cose nel mondo di Mister gadget, che è e deve rimanere ciò da cui è nato: un diversivo leggero e divertente.

Mi sfugge la ragione per cui dovrei tollerare in uno spazio a cui dedico tempo, passione ed energia chi non perde occasione per insultarmi personalmente.

Attenzione: il punto non è essere d’accordo o meno con me. A me il confronto piace tantissimo, dal confronto con tanti di voi che hanno opinioni diverse ho imparato a valutare in modo più completo alcuni prodotti che non avevo compreso, ho scoperto tanti segreti nel modo di utilizzare gli oggetti tecnologici, ho appreso nozioni che non conoscevo.

Questo vorrei che fosse e rimanesse mister gadget. Uno spazio di incrocio di idee e di posizioni anche diverse, ma il rispetto deve essere il principio da base da cui non intendo recedere.

Sorrido quando qualcuno mi dice “adesso che hai la popolarità hai perso la testa”. La cosiddetta “popolarità” è uno status che si aggancia al mio lavoro principale, quello della radio, e mi accompagna dal 1988 quando ho cominciato a parlare nei microfoni di RTL 102.5, mi ha seguito a Radio Italia Network e a Play Radio, oggi rimane anche su Radio Number One, dove conduco il programma tra i più fortunati dell’emittente, grazie alla convivenza felice con il mio compagno di mille avventure, Grant Benson, con il suo Galaxy S3 con il vetro rotto da mesi.

Non è la popolarità che mi manda fuori di testa, è la violenza per un tema futile come quello che noi trattiamo giocando.

Chi non sa giocare, può trovare altri posti in cui riversare il proprio rancore e rosicare. Qui preferiamo sorridere.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover