iPhone 4s: deluso? Per niente!

Mister Gadget Team5 Ottobre 2011

Stamattina ho letto con una certa sorpresa i commenti di alcune autorevoli firme italiane che esprimevano un parere sul nuovo iPhone 4s presentato ieri a Cupertino nel campus di Apple. Da tempo ormai girava l’informazione che il nuovo telefono di Apple sarebbe stato uno sviluppo del famoso e stra-venduto iPhone 4 piuttosto che un modello nuovo nuovo.

I meglio informati avevano lasciato trapelare anche l’informazione dell’uso del processore A5 e del sensore da 8 mpx per la fotocamera, quindi tutto sommato non ci sono state grande sorprese nella giornata di ieri. Ma non comprendo perché scoprire una realtà diversa dai propri desideri debba per forza essere una delusione.

Cerco di valutare con estremo distacco, perché non sono uno dei fanboys di apple, ma nemmeno uno dei detrattori a priori e penso che la casa di Cupertino con questo telefono abbia fatto un passo in avanti molto “logico” e conveniente. Dal punto di vista prettamente estetico, l’iPhone 4 è avanti anni luce a qualunque altro prodotto.

Nessuno è riuscito a colmare il gap “estetico” con il melafonino. Il galaxy S II ha uno schermo impressionante, funzioni molto apprezzabile e performance davvero notevoli, ma dal punto di vista estetico è una piastrellina di plastica con la gobba. niente a che vedere con la meraviglia rappresentata dal disegno di iPhone 4.

Consapevoli di una superiorità ancora inviolata, perché mai avrebbero dovuto i seguaci di Steve Jobs cercare qualcosa di diverso o di nuovo proprio ora. La conferma del disegno è un segnale di forza nei confronti della concorrenza, supportata d’altro canto dal dato che i clienti iPhone dicono di essere “molto soddisfatti” nel 70% dei casi, mentre i clienti Samsung lo fanno solo  nel 28% dei casi. Quando la top satisfaction dimostra un gap di 40 punti su una scala percentuale, di cosa ci si dovrebbe preoccupare.

Ma non va sottovalutato l’uso del nuovo processore due volte più veloce, che permette di registrare una fotografia in mezzo secondo. No, dico MEZZO SECONDO per memorizzare una foto che ha dimesioni superiori a 3000×2000. (sono sincero, le dimensioni esatte ora non le ricordo!!!)

E vi assicuro che i servizi di iCloud per molti versi valgono il design, nel senso che sono davvero impressionanti. Ho visto usare iCloud anche per il servizio iTunes match, la funzione che memorizza in un server remoto tutta la nostra musica: pauroso! Davvero incredibile per la semplicità di funzionamento e per la validità del servizio.

A questo aggiungiamo Siri. cosa ci si aspetta di più?!? Un conto è dire: volevo un iPhone nuovo, diverso, ancora più intrigante e non l’ho avuto. Un altro è dire che l’iPhone 4s è deludente.  Per me si tratta di un terminale già ottimo che diventa impressionante.  Mi dispiace solo che non sia prevista l’introduzione di Siri sul mercato italiano in un primo momento perché pare che l’italiano non sia tra le prime lingue disponibili. spero però che ci sia presto l’opportunità di un test anche nella nostra lingua di un servizio che pare rivoluzionario. ma su questo rimane il punto di domanda.

Android ha già i comandi vocali e sappiamo che funzionano incredibilmente bene. su questo aspetto apple deve ancora dare prova di essere allo stesso livello. ma in tutta onestà, pensate che apple possa proporre un servizio con il dubbio che possa funzionare male?!?

aspettiamo il 28 ottobre. secondo me non resteremo delusi. poi, come al solito, diventa una questione di gusto, su quello non si discute.