Il mondo della tecnologia trema all'idea di una guerra in Korea
News

Il mondo della tecnologia trema all’idea di una guerra in Korea

Ci voleva pure questa. Toglietemi tutto, ma non il mio display HD!!! Eppure il rischio è dietro l’angolo. Un momento: facciamo ordine!

Secondo alcuni analisti americani, un’eventuale guerra nella penisola Koreana sarebbe devastante per il  mercato della tecnologia; ci manca solo quella! Già i produttori si ingarbugliano da soli, con organizzazioni logistiche di dubbia efficienza, ci mancherebbe solo uno scontro tra le due koree per generare il caos.

L’analisi è presto fatta: la maggior parte dei tablet e degli smartphones Android sono prodotti lì. I più grandi produttori di moduli di memoria DRAM sono in Corea del Sud; i più grandi produttori di display sono nella stessa area, il 70% della produzione mondiale arriva da lì.

Poi ci sono i moduli di NAND Flash; il 66% dei pezzi diffusi nel pianeta, arrivano dalla Corea del Sud. Se si pensa al mercato degli smartphones android, Samsung ha distribuito 320 milioni di apparati, LG 50 milioni solo nel 2012. A questi bisogna aggiungere i tablets, che per Samsung cominciano a rappresentare un numero importante.

Insomma, se non vogliamo rischiare di fare la fila fuori dai negozi, in attesa del nuovo Galaxy S5, bisogna sperare che quel nanerottolo ciccione che fa minacce da squilibrato si metta buono buono e smetta di fare il bambino viziato.

Perchè qui possiamo sopportare tutto, ma non di restare senza il nostro smartphone nuovo.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.