Il buono di YouTube: costruisce la casa seguendo tutorial

Luca Viscardi30 Gennaio 2017
Il buono di YouTube: costruisce la casa seguendo tutorial

Il buono di YouTube: costruisce la casa seguendo tutorial e non fa niente se dietro a tutta questa storia c’è l’uscita di un libro e la ricerca della pubblicità.

Ho captato su alcune testate inglesi questa storia davvero curiosa, quella di una signora che si chiama Cara Brookins, che nella vita scrive libri e programmi televisivi, che ha costruito la sua nuova abitazione in modo del tutto autonomo seguendo i tutorial trovati su YouTube dedicati all’argomento.


In realtà dietro questa vicenda c’è molto di più della promozione di un libro, perché c’è la storia di una donna che nel 2008 ha lasciato un uomo che viene descritto come violento e dopo questa separazione decide di ricostruire la sua vita, letteralmente, perché la prima cosa che sceglie di fare è costruire una nuova casa.

Non avendo alcuna esperienza, per riuscire nell’impresa, decide di approfondire il tema seguendo quanti più tutorial possibile tra quelli disponibili nella rete.

Con l’aiuto dei 4 figli, con un lavoro incessante di nove mesi, riesce nell’impresa. Tutto nasce per caso: durante il ringraziamento aveva affittato una roulotte per un viaggio con la famiglia, mentre è in viaggio passa davanti ad una casa devastata da un tornado ed ha un’illuminazione: vede la casa “nuda” con la struttura di base e pensa: perché non provare a costruirne una da sola? Non sembra così difficile!

Comincia a studiare incessantemente e quindi fa il grande passo: compra il materiale. Quando è tutto ammassato sul terreno che aveva comprato, a quel punto non c’è più una strada di ritorno, l’impresa si deve fare per forza.

E in nove mesi, insieme ai figli di 17, 15, 11 e 2 anni, arriva al risultato che sembrava un sogno impossibile. La casa è finita ed è diventata la residenza di famiglia, con somma soddisfazione e con un’avventura che è diventata un libro.

Se pensate al fatto che tutto questo è accaduto nel 2008, quando YouTube era ai suoi albori, siamo davanti ad un vero miracolo. Serve a pubblicizzare un libro, è vero, ma ci dà anche un segnale positivo sul tanto vituperato YouTube.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover