HTC volta le spalle agli smanettoni?

Mister Gadget Team24 Marzo 2011

A volte ci sono ragioni che la ragione non comprende facilmente. Le ultime novità da HTC sono tra queste. Google Android è un sistema operativo che come avrete forse letto su giornali specializzati e non sta diventando il più utilizzato al mondo. E’ già numero uno in USA, sta crescendo in ogni angolo del mondo e sta riscontrando un successo crescente di pubblico.

Una delle ragioni è la flessibilità: android sfugge alle logiche di fare ciò che vuole l’operatore, per dare più libertà e flessibilità al cliente. In più le case produttrici, in particolare HTC non hanno mai posto grandi “blocchi” al software, per cui per gli sviluppatori era facile personalizzare i software, omettere parti inutili ed ottimizzare il funzionamento. Sono le cosiddette “custom roms”, quelle che vengono “cucinate” dagli sviluppatori, per divertimento e per business.

C’è da dire che alcune roms (quelle di modaco e di cyanogen) sono quasi mitiche, perchè migliori di quelle originali. Troppo bello per essere vero, tant’è che HTC ha introdotto dei blocchi molto più articolati e meno facili da infrangere con il nuovo incredible S che da poco è apparso in USA.

Rendendo più difficile “lo scassinamento” dei codici di sicurezza, in pratica HTC ha dichiarato guerra agli sviluppatori, cosa che per altro da sempre fa Motorola, che i suoi codici li tiene ben protetti.  Sarebbe curioso capire perchè, dato che gran parte dell’appeal di HTC verso i clienti più “attivi” era dato proprio dalla possibilità di giocarci e smanettarci; un cambio di direzione non secondario e che secondo me sarà negativo per l’immagine (e le vendite di HTC). Basta chiedere ad un rivenditore di telefoni qualunque: gli HTC vendono a bomba nei primi giorni, poi si inchiodano e diventano quasi invendibili, segno che sono oggetto del desiderio dei “techno maniacs”. curioso tagliare fuori i propri principali clienti. Deve essere una forma evoluta di masochismo.