Guida al suicidio perfetto: il blackberry senza tastiera
News

Guida al suicidio perfetto: il blackberry senza tastiera

Mi chiedo spesso cosa succeda ad un certo punto alle persone che occupano ruoli importanti nelle aziende. Immagino che arrivino ad un punto in cui non riescono più a gestire tutte le pressioni che arrivano da più parti, o forse si chiudono così tanto nel guscio del lavoro da non riuscire più ad avere aderenza al mercato.

Non si spiega altrimenti perché Blackberry per lanciare i prodotti del rinnovamento, la ormai “famigerata” piattaforma 10, abbia ieri annunciato che il primo prodotto che arriverà sul mercato non avrà la tastiera fisica, marchio di fabbrica di blackberry.

Si sapeva già che questa era l’intenzione, ma ieri è arrivata la prima conferma ufficiale. Il primo blackberry 10 non avrà la tastiera, solo touch screen, quelli successivi avranno poi anche la tastiera.

RIM avrà le sue ragioni, di sicuro avranno studiato il mercato per arrivare ad una scelta di questo tipo, ma dal mio punto di vista è una follia. Se parlo con qualcuno con un blackberry in mano e chiedo perché lo usi, nel 90% dei casi mi risponde che è perché ha una tastiera. Forse quegli utenti non bastano, ma con quale spirito il blackberry affronta un mercato diverso da quello di riferimento? con quali elementi di differenziazione che possano inserirlo nella guerra tra android ed apple che ha già lasciato tumefatto windows phone in questo primo anno di competizione?

Non è bastato il cataclisma del blackberry playbook? Boh. a volte rim ha ragioni che noi umani non capiamo. Il problema è che nelle più recenti occasioni non le ha capite nemmeno il mercato.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.