Foto rubate: attacchi mirati, non falla di sistema

Mister Gadget Team3 Settembre 2014

Seguendo le voci su Internet si legge sempre di tutto e di più riguardo a qualunque argomento. In particolare, pare che il complottismo sia ormai l’atteggiamento imperante riguardo a qualunque tema venga affrontato dalla rete.

Devo dire che io ho un atteggiamento un po’ diverso rispetto alle notizie, pur rimanendo sempre allerta e cercando di leggere bene tutte le sfumature degli eventi, tendo a non essere malato di dietrologia.

Per questa ragione, non ho motivo di dubitare delle parole che Apple ha rilasciato ieri sera, in relazione alla vicenda delle foto rubate alle star di Hollywood e poi distribuite su Internet.

Dopo 40 ore consecutive di analisi e indagini, Apple è giunta alla conclusione che le foto non siano state rubate per una falla di sistema, ma per un’azione mirata di phishing rivolta alle persone coinvolte nella vicenda.

Purtroppo il rischio è sempre molto alto e coloro che fanno questo tipo di pratica (rubare i dati adescando gli utenti e portandoli a rilasciare in modo truffaldino alcuni dati sensibili) stanno affilando sempre più le armi.

Proprio qualche settimana fa ho girato ad Apple una mail di phishing che ho ricevuto, che riproduceva un messaggio di avviso per il blocco del mio account iCloud. Era fatta alla perfezione: riproduceva in modo fedele i veri avvisi che l’azienda a volte recapita per misure di sicurezza di vario tipo. Sono andato vicinissimo al cadere nella trappola.

A quanto pare, è successo qualche cosa di simile, almeno stando alla prima ricostruzione.  Ecco il comunicato.

When we learned of the theft, we were outraged and immediately mobilized Apples’s engineers to discover the source. Our customers’ privacy and security area of utmost importance to us. After more than 40 hours of investigation, we have discovered that certain celebrity accounts were compromised by a very targeted attack on user names, passwords and security questions, a practice that has become all too common on the Internet. None of the cases we have investigated has resulted from any breach in any of Apple’s systems including iCloud or Find my iPhone. We are continuing to work with law enforcement to help identify the criminals involved


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover