Fibra Tim o Telecom Italia: la soluzione definitiva è la più semplice

Mister Gadget Team19 Ottobre 2015
fibra telecom

Avete scelto di usare a casa vostra la fibra di Telecom Italia? Sono solidale… Scherzo, perché quando avrete superato alcuni ostacoli, godrete di un servizio con una velocità che ancora non ha pari se non in pochissime aree ristrette di Milano, Roma e forse Torino.

Al momento io ho il servizio SuperFibra, con 50 mbps in download e 10 mbps in upload e devo dire che dopo alcuni problemini iniziali i test della velocità mi confermano che la qualità garantita è quella giusta.

Torno sul tema, perché il modem “di serie” dato in dotazione da Telecom Italia (o dovrei chiamarla con l’orrido nome TIM Fisso?) non è esattamente il miglior apparato che si potesse immaginare per accompagnare la connessione internet: in particolare la parte Wi-fi  è oltremodo deficitaria, con diversi problemi nell’autenticazione degli apparati e anche una qualità della trasmissione ai minimi storici.

Ho installato il modem/router in soggiorno e fatico a ricevere il segnale in camera da letto, che è separata da una sola parete, pur non avendo alcuna interferenza in zona, perché nel mio palazzo ci sono installate solo 2 reti wireless.

Sostituire totalmente il router Tecnicolor che Telecom vi dà in dotazione è una soluzione poco raccomandabile, perché perdereste i servizi telefonici (che non altro che una connessione voip).

Ho letto di altre soluzioni complicate come installazione di router in bridge, o con altre configurazioni complesse: in realtà potete risolvere in modo davvero semplice, senza nemmeno toccare il router di Telecom.

Basta acquistare un router esterno che abbiamo la modalità access point: avviate la configurazione del vostro router mettendolo in modalità AP.

Quando vi viene chiesto quale IP assegnare al router,  potete scegliere ad esempio 192.168.1.254 (che ricade nell’intervallo gestito dal router di Telecom).

Ricordatevi però una cosa: cambiate l’intervallo di assegnazione DHCP del nuovo router. Lasciate la stessa subnet mask a 255.255.255.0 ma cambiate ad esempio l’intervallo DHCP nella zona compresa tra 192.168.2.2192.168.2.254.

Quando avete fatto questa banale configurazione, vi basterà collegare una delle porte del vostro nuovo router ad una delle porte ethernet del router di Telecom Italia. Non vi servirà, volendo, nemmeno spegnere il wifi dello stesso, perché tanto non creerà problemi.

Avrete finalmente un segnale forte, stabile, veloce e godrete della velocità per cui pagate.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover