Snapdragon 888 sarà il processore di riferimento e 14 produttori Android sono pronti

@paologranvi1 Dicembre 2020

Non si chiamerà Snapdragon 875 la nuova piattaforma di fascia alta di Qualcomm ma Snapdragon 888, un nome che preannuncia grandi cambiamenti e facilmente associabile al numero fortunato secondo la tradizione cinese.

La chipmaker deve ancora svelare tutti i dettagli ma da quello che sappiamo, il processo produttivo passerà a 5 nm proprio come l’Apple A14 e il Kirin 9000 per assicurare un significativo aumento delle prestazioni. Importante anche il focus sulle tecnologie integrate come Snapdragon Elite Gaming (3a generazione) o Qualcomm AI Engine (6a generazione). Quest’ultimo, in particolare, sarà in grado di elaborare fino a 26 TOPS (trilioni di operazioni al secondo), che sono quasi il doppio di quelli gestiti dall’attuale Snapdragon 865.

Particolarmente curato sarà l’ISP (Image Signal Processor) dedicato alla fotografia che consentirà l’acquisizione di 2,7 Gigapixel al secondo o 120 foto da 12 Megapixel. Si tratta di un aumento del 35% rispetto alla generazione precedente. Per il 5G entrerà invece in gioco il modem Snapdragon X60 che rispetto al precedente è finalmente integrato nel SoC.

In questo primo giorno di Snapdragon Tech Summit 2020, Qualcomm ha confermato che 14 produttori hanno già in mano il nuovo chip per realizzare i propri modelli. Ecco l’elenco dei marchi interessati:

AsusSqualo neroLenovoLGMeizuMotorolaNubiaIl vero meOnePlusOppoAcutoVivoXiaomiZTE

Non si tratta di un elenco definitivo perché altri brand possono essere aggiunti nel corso del tempo. Ulteriori dettagli su Snapdragon 888 saranno svelati domani, mercoledì 2 dicembre.

L’articolo Snapdragon 888 sarà il processore di riferimento e 14 produttori Android sono pronti sembra essere il primo su Cellulare Magazine.