Apple presenta i nuovi Mac
Computer Mac News

Apple presenta i nuovi Mac

Apple presenta i nuovi Mac, prodotti destinati ad invertire la tendenza negativa degli ultimi mesi, periodo in cui la società di Cupertino ha totalizzato un segno meno molto evidente di diciassette punti.

Nei giorni scorsi abbiamo visto diverse anticipazioni, in linea di massima rispettate per quello che abbiamo visto sul palco della Town Hall di Cupertino.

Come ormai è abitudine, l’evento è stato aperto da un video che ha introdotto il tema del supporto alle disabilità dato dalla tecnologia,  mostrando tutti i prodotti di Apple.

Bello, emozionale, intenso, come spesso Apple sa fare. Dopo il video è comparso sul palco Tim Cook, che ha immediatamente lanciato un nuovo sito dedicato all’accessibilità.

Ma prima dei  nuovi prodotti, come sempre, il capo di Apple ha snocciolato qualche informazione relativa a quelli  già in circolazione, con uno spazio dedicato alle foto scattate con iPhone da alcuni utenti e raccolte in una galleria mostrata sul palco.

Tim Cook ha messo l’accento sulla funzione “memories” dell’applicazione foto e quindi si è dedicato ad alcuni dati su iOS 10 con un inedito confronto sull’adozione dell’ultima versione rispetto a quanto accade con Android 7.

Immediatamente dopo è tornato alle foto, con un momento dedicato alla nuova funzione “Portrait” dell’iPhone 7 Plus.

Qualche secondo è andato invece ad Apple Pay, che ha fatto il suo esordio in Giappone la settimana scorsa; dove è stata lanciata anche una nuova copertura dei servizi pubblici e delle stazioni delle metropolitane all’interno di Maps.

Confermato anche che da domani sarà in vendita Apple Watch Nike+.

Il primo prodotto della serie di novità è stato Apple TV: ci sono 8.000 app disponibili per il set top box della mela; giochi, servizi e streaming, a cui dalla fine dell’anno si aggiunge anche Minecraft.

Prima novità è stato il lancio di nuovi servizi di Twitter, che affiancano la visione di contenuti come le partite di football, gli eventi politici e la trasmissione di news. Molto bello, bisogna capire come sarà declinato da noi.

Ma la novità più importante di oggi è la app chiamata semplicemente TV, in grado di combinare tutti i contenuti che sono stati acquistati o che si stanno guardando sui diversi servizi di streaming, miscelando le diverse origini in modo trasparente.

Per fare un esempio: se fossimo abbonati a Netflix, HBO e Hulu, il menù mostrerebbe i prodotti di tutti i servizi come se fossero una cosa sola. Anche in questo caso, bisogna capire cosa succederà da noi, dove i servizi sono pochi e dove questo tipo di contenuti di solito è molto più limitato.

L’applicazione esiste anche per iPad e iPhone per un’esperienza trasversale su tutti gli apparati con gli eventi in streaming.

Per chi ha la disponibilità di Siri nell’uso di Apple TV, sono state ulteriormente migliorate le funzioni di ricerca per l’accesso immediato a canali e contenuti.

Non ci sarà novità hardware relative ad Apple TV, ma solo un aggiornamento software che a dicembre arriva negli Stati Uniti.

Seconda novità sul palco, i nuovi Mac, esattamente a 25 anni dal primo notebook di Apple, il mitico PowerBook.

Un video ha mostrato l’evoluzione da quel lontano 1991, arrivando fino ai giorni nostri: una carrellata di prodotti iconici fino al nuovo oggetto lanciato oggi: il nuovo MacBook Pro, che come anticipato ha uno schermo anche nella parte del computer dove è allocata la tastiera.

E’ stato Phil Schiller a raccontare le novità: il nuovo MacBook Pro è realizzato completamente in alluminio, ci sono due misure da 13 e 15 pollici, con due colori, space grey e silver.

Il modello da 13 pollici ha uno spessore da 14.9 mm, 23% più piccolo nel volume, il 17% più sottile, solo 1.3 kg.

Il modello da 15 pollici è da 15.5 mm, 14% più sottile, il 20% più piccolo nel volume, con un peso di 1.8 kg.

C’è un nuovo trackpad, grande il doppio del precedente, con il 3D Touch; la tastiera è completamente rinnovata, con un nuovo meccanismo dei tasti, ma la vera novità sta nella striscia superiore, dove una volta erano allocati i tasti funzione.

Confermata anche la presenza del TouchID supportato dal processore T1.

Torno alla barra/display: è un display retina che cambia ciò che mostra a seconda di quanto si sta visualizzando sul display, a seconda dell’applicazione che si sta usando.

courtesy: mac9to5
courtesy: mac9to5

Quando si è in fase di standby, mostra i principali tasti funzione, quando è aperta “mail” appaiono i principali comandi per rispondere, inoltrare o cestinare. In più, una parte del display aiuta a scrivere il testo dei  nostri messaggi.

macbook-pro
courtesy: mac9to5

Usando la app “Messaggi” il display suggerisce le emoji da usare quando si digita, un po’ come fa la barra dei suggerimenti su iPhone.

Quando si apre Safari, la barra display mostra i preferiti, piuttosto che i tab aperti, o le istruzioni per usare Apple Pay on line.

macbook-pro-featured
courtesy: mac9to5

Il top è quando si usa la app “foto”, le immagini appaiono full screen perchè tutti i comandi sono sulla barra visuale. Semplicemente stupendo.

macbook-pro-design
courtesy: mac9to5

Si potranno anche personalizzare le funzioni che appaiono sulla barra con un semplice drag and drop.

Il display sarà il 67% più luminoso e con il 67% di contrasto in più, con un’accuratezza del colore superiore del 25%.

macbook-pro-processor

Il processore del modello da 15 pollici sarà Intel Core i7 di sesta generazione; la scheda grafica una Radeon Pro. Il disco sarà un SSD super veloce fino a 2 tb di memoria, sarà il 50% più veloce.

Gli speaker avranno un range dinamico doppio rispetto alla generazione precedente.

Nel 13 pollici, i5 o i7 per il resto le dotazioni saranno uguali.

Ci saranno 4 porte thunderbolt 3, che permetteranno connessioni super veloci e complete nelle più disparate situazioni.

courtesy: mac9to5
courtesy: mac9to5

Sul palco sono state mostrate alcune applicazioni, a partire da due super classici: Final Cut e Photoshop, entrambi adattati per l’uso della touchbar,  per finire con DJpro, una delle app che uso di più quando suono musica con il mio mac.

In tutto questo il MacBook Air sopravvive solo nella versione 13 pollici ma diventa parte della linea MacBook Pro ma non avrà la touchbar.

il nuovo MacBook Pro da 13 polllici senza touchbar esce oggi in USA, mentre gli altri modelli arrivano tra due o tre settimane.

Prezzi: 1499 per MacBook Pro senza touchbar, con display costerà da 1499  in su, con touchbar da 13 pollici a partire da 1799 euro, il modello da 15 polllici parte da 2399.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.