Amore, faccio un buchetto. (come cercare guai)
News

Amore, faccio un buchetto. (come cercare guai)

Quando uno è bravo a fare danno è bravo. Non è che cambia le abitudini o perde la sua capacità di cacciarsi nei guai solo perché il tempo passa. Antefatto: in cucina  ho una cappa con il filtro, ma non il collegamento con l’esterno, non so come chiamarlo: scarico diretto?!? Il che ovviamente causa il fatto che cucinando l’odore staziona per casa. Quando ero da solo nessun problema, perché la cucina era una stanza superflua, ora con tutta la famiglia e il passato di verdura all’ordine del giorno, è facile trovare un profumino di gamba di sedano pure in bagno.

Da un po’ pressavo la tati per fare qualcosa e trovare una soluzione e ieri ho preso l’iniziativa. Si fa il buco e basta. Ecco, non avevo solo calcolato un piccolo contrattempo.

Quando  il muratore ha attivato la carotatrice e ho visto quanto stava accadendo mi sono immaginato impiccato al mio albero preferito, nella migliore delle ipotesi trasferito in cantina senza cibo, ma solo pane e acqua. Nella mia straordinaria capacità di cacciarmi nei guai, ho pure mandato una foto alla tati per mostrare cosa stessimo facendo dentro casa.

Per altro, dopo due secondi il muratore si è girato dicendomi che causa utilizzo di pietre anzichè mattoni, il lavoro non si poteva completare, tutto rinviato. No, la mia fine è ormai certa! Non solo ho fatto un manicomio, ma dovremo pure replicare in momento successivo. “ma no, cosa vuoi che sia?!? Un buchetto, mica sporchiamo!!!”.

Quella frase mi verrà rinfacciata per l’eternità.

E allora ecco arrivare l’energia che non ti aspetti e la capacità magica di rimettere tutto in ordine.

Come se non fosse mai successo niente. Come se il muratore non fosse mai entrato da quella porta. Il dramma è che ci aspetta il secondo tempo. Qualcuno sa se esistono aspirapolveri modello gigante che aspiri sassi?!?

(sottolineo che le orride foto sono fatte con un blackberry)

 

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.