Sony Xperia Z2: davvero ottimo

Luca Viscardi19 Maggio 2014
Sony Xperia Z2: davvero ottimo

Sto provando ormai da 5 giorni il nuovo Xperia Z2 di Sony e comincio ad avere una valutazione consistente e con una certa base “empirica”. Chiedo sempre un po’ di pazienza, perché per me le recensioni di un telefono fatte dopo 2 ore, o 2 giorni, sono come quelle di un film fatte guardando i titoli di testa.

Cosa dire del Sony Z2? che è un bellissimo telefono, pur non esente da ampi margini di miglioramento. Pensate cosa potrebbe essere se fosse sfruttato in tutto il suo potenziale, se è vero che già adesso è tra i migliori in assoluto.

Rispondo subito alle domande che mi avete fatto più spesso: ha senso un upgrade da Xperia Z? Sì, è un salto in avanti enorme, in termini di funzionalità, velocità, autonomia, qualità del display e della fotocamera.

Ha senso un cambio di modello da Z1? Per me no. A meno che siate adepti di una religione che ha il capo di Sony come suo leader. Pur con i miglioramenti che Z2 porta rispetto al modello Z1, secondo me le differenze nell’uso quotidiano non sono così grandi da rendere indispensabile il cambio. Oh, se poi qualcuno ha soldi da spendere e lo vuole fare, sarà sicuramente felice, ma poi non si lamenti se (estetica a parte) troverà un’esperienza d’uso molto simile a quella precedente, soprattutto per ciò che fa la fotocamera.

Scattando con Z1 e Z2 le differenze saranno davvero minimali, soprattutto se usate solo i settaggi automatici.

Sony Xperia Z2 MisterGadget Tech

I FALSI MITI

Ho letto di tutto e di più su questo telefono, ma prima o poi bisognerà istituire il filtro stupidate quando si legge ciò che rimbalza sulla rete. La fotocamera decentrata: io ho controllato 3 Z2 diversi. C’è uno strano gioco ottico dato dalle ombre che guardando frontalmente l’ottica della fotocamera fa sembrare l’obiettivo decentrato. In realtà approfondendo bene la fotocamera è centratissima. Per cui falso mito numero 1: no, la fotocamera non è disallineata.

Falso mito due: lo spessore tra vetro e chassis sul lato destro è più alto di quello sul lato sinistro. Vero, ma secondo me non è un difetto, è una scelta probabilmente obbligata per qualche motivo, che trova simmetria inversa sul basso. Più spessore a sinistra, meno a destra. Può essere che io sia smentito clamorosamente, non faccio il detentore di verità nella vita, ma mi pare che anche questo dell’assemblaggio storto sia proprio un falso mito.

Anzi, l’assemblaggio è proprio ciò che stupisce, perché il nuovo Z2 è di una bellezza imbarazzante. Certo, è roba di gusto, quindi soggettiva, ma la colorazione purple è “tanta roba”. Non è detto che il design incontri il gusto di tutti, ma sicuramente c’è una qualità oggettiva dell’assemblaggio dell’oggetto.

IL SOFTWARE

Il telefono è velocissimo. davvero un fulmine, anche se io continuo a pensare che ci voglia un intervento radicale per quanto riguarda l’interfaccia utente che non è all’altezza dell’aspetto esteriore del telefono.  Però è vero che con Android questo è un falso problema. Io ho immediatamente installato nova launcher,con il mio pacchetto di icone preferito e ho cambiato l’aspetto primario, ma gli aspetti “core” rimangono uguali, la tastiera di composizione, la schermata della telefonata in corso (forse la più brutta di tutte).

Per me il software è molto performante e velocissimo, ma farei un intervento radicale per rendere l’aspetto interno adeguato a ciò che viene proposto all’esterno, cioè il design dello smartphone.

Al netto delle mie paranoie estetiche Z2 è un telefono velocissimo, con un software ultra-reattivo. Avevo scritto nelle prime ore che il telefono si scaldava molto e si scarica velocemente: i “colpevoli” sono Twitter for Xperia e Facebook for Xperia. I due account sono una fonte di battery drain e anche di surriscaldamento del processore. Eliminata la sincronizzazione con questi due servizi, il processore torna a temperature normale e i consumi si stabilizzano.

Forse succede perché io ho tantissimi contatti su entrambi le piattaforme, ma di fatto non funzionano correttamente. Sono l’unico neo di un telefono altrimenti ben ottimizzato.

Se è vero che non mi piace molto l’interfaccia, ci sono invece chicche interessanti per quanto riguarda le applicazioni di Sony. Mi piace molto l’applicazione album che ha un impatto molto gradevole ed è forse una delle migliori soluzioni android per gallery fotografiche.

Sony Xperia Z2 fronte retro MisterGadget Tech

LA BATTERIA

Ottima. Nelle prime d’ore di utilizzo avevo notato un consumo eccessivo, ma come scritto erano i due accounti di twitter e facebook. in realtà dopo qualche ciclo di carica noterete che la batteria funziona benissimo, anzi è probabilmente uno dei veri punti di forza del Sony Z2.

Se poi si sceglie di aggiungere lo stamina mode, l’autonomia è davvero notevole. Vero che lo stamina disattiva la connessione a schermo spento, ma io do per scontato che quando accendo il telefono ci sarà sempre e comunque una notifica di qualche applicazione, per cui non ho interesse alle notifiche in real time. Se per voi è invece fondamentale ricevere i messaggi appena spediti, lo stamina mode non fa per voi. ma avrete comunque una buona autonomia.

PRIME CONCLUSIONI

Bellissimo terminale, con hardware e assemblaggio al primo posto. Uno dei migliori in assoluto sul mercato, ma per essere il numero 1 mancano alcune finezze, che speriamo prima o poi di vedere anche da sony. In primo luogo l’ottimizzazione della fotocamera con gli algoritmi automatici. Se è vero che con i settaggi manuali si possono fare cose egregie, il risultato delle foto in automatico è comunque inferiore a quelli ottenuti con S5, che ha un sensore sulla carta meno potente.

Io ho sempre perplessità sulla capacità di incidere sul mercato con un prezzo così elevato, ma non mi voglio sostituire al lavoro del direttore commerciale di Sony. Mi attengo al mio ruolo e vi confermo che questo prodotto è ottimo.

In Italia il prezzo è di 699 euro, se volete trovare un modello europeo ad un prezzo più basso,ecco l’offerta di amazon!Sony Xperia Z2: davvero ottimo


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover