Sonos Play:1, la prova è finita

Mister Gadget Team22 Giugno 2015

Ci sono momenti tristi nelle prove di alcuni prodotti: quelli in cui devi rimettere tutto nella scatola e rimandare indietro al mittente l’oggetto della prova.

E la tristezza è proporzionale al gradimento della prova: nel caso di Sonos Play:1 è davvero un peccato interrompere il test, perché il sistema audio che si usa sulla propria rete wi-fi è davvero stupendo.

Il sistema è semplicissimo: basta prendere una “cassa” del sistema Sonos e attraverso la app agganciarla alla propria rete domestica. Da quel momento sarete in grado di controllarla con il vostro smartphone, scegliendo cosa suonare e regolando il volume.

Se poi avete più di uno speaker, a quel punto il gioco diventa ancora più bello, perché potete scegliere flussi musicali diversi per ciascuna stanza della casa, mantenendo però il controllo assoluto di tutto ciò che viene riprodotto attraverso lo smartphone.

Non solo: se amate il suono in stereofonia, potete anche configurare il sistema in modo che ogni cassa trasporti un canale e quindi non perdere la “spazialità” del suono che per alcuni generi è particolarmente importante.

Aggiungo che la app di controllo di Sonos si interfaccia ai principali servizi di streaming: io ho potuto fare la prova utilizzando Deezer nella sua formula Elite, praticamente senza alcun tipo di limitazione e con un db di brani praticamente infinito.

Non è male la situazione: a cena con amici, viene in mente una canzone, basta estrarre lo smartphone dalla tasca per cercarla nel db di Deezer, per poi suonarla al giusto volume attraverso gli speaker presenti nella stanza. Il tutto senza spostarsi di un metro.

Il prezzo base di Play:1 è intorno ai 170 euro, con la fluttuazione abituale dei prezzi on line, ma l’area di spesa è quella. Una soluzione davvero stupenda, la metto nella mia prossima lista per babbo natale.

 

 


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover