HealthKit di Apple arriva negli ospedali

Mister Gadget Team5 Febbraio 2015

C’è una notizia molto interessante oggi, che potreste avere già letto, che riguarda gli ospedali americani. Quattordici dei ventitrè ospedali più prestigiosi degli USA hanno già avviato un programma di sviluppo e di test per introdurre la piattaforma HealthKit nelle loro strutture.

Samsung e Google non hanno ancora avviato contatti e comunque non sono ancora entrati in fase operativa. Pare invece che questi ospedali siano in già in fase avanzata di sviluppo di un protocollo per raccogliere informazioni dai pazienti usando strumenti connessi e dati inseriti dagli operatori sanitari.

Questo aiuterebbe nel monitoraggio continuo, in particolare di glucosio, pressione, battito cardiaco e temperatura e ridurrebbe i costi legati ai ricoveri non strettamente necessari.

La notizia arriva da reuters, che cita fonti ufficiali degli ospedali contattati. Nel caso ad esempio di un ospedale di New Orleans ci sarebbero già centinaia di pazienti ad alto rischio sotto monitoraggio fatto proprio con la piattaforma Apple Healthkit.

Il tema è a due facce: affascinante da un lato, molto delicato dall’altro per il trattamento di dati sensibili particolarmente importanti. Ricordiamo i casi di alcune assicurazioni americane che negavano accesso ai servizi ai clienti malati dopo aver spiato informazioni riservate.

Ma la domanda che mi faccio in queste ore leggendo questi dettagli riguarda noi: quando i nostri ospedali si apriranno a questo tipo di protocolli? Stiamo già sperimentando qualche cosa in questo senso? Difficile trovare informazioni, adesso mi metto in caccia.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover