Cosa ci dicono i dati di Apple?

Mister Gadget Team24 Aprile 2014

Ieri Apple ha annunciato i dati del trimestre, che sapete non corrispondere al conteggio “solare” perché l’anno fiscale della società di Cupertino comincia con l’autunno.

I numeri sono stati da record con una crescita del 15% dell’utile per azione, con un risultato migliore di quanto avesse previsto wall street con la sua pletora di analisti.

Ma noi non ci concentriamo sulle questioni fiscali perché non sono di nostra competenza, rimaniamo nell’ambito delle vendite di hardware che sono più affini al nostro spirito smanettone!

Per ordine: Apple ha venduto 43.7 milioni di iPhone, circa 16 milioni di iPad e 4.1 mac nell’ultimo trimestre, da gennaio a marzo. Nei tre mesi precedenti, gli iPhone erano 51 milioni, gli iPad 26 milioni e i mac 4.8 milioni, ma era la stagione delle feste e non fa testo. Vale quindi la comparazione con lo stesso periodo dell’anno prima e noi siamo qui per proporla: nel trimestre gennaio marzo 2013, Apple riuscì a vendere 37,4 milioni di iPhone, 19 milioni di iPad e 3,95 milioni di Mac.

C’è anche un dato reletivo ad iPod, ma è marginale, con il capostipite del mondo apple che è sceso da 5 milioni di pezzi ai 2.7 dell’ultimo trimestre.

Cosa ci dicono i numeri? Che iPhone è in salute (probabilmente grazie alla Cina), che iPad è in un mercato ormai saturo e che i numeri stellari del passato saranno difficilmente possibili in futuro, mentre iPod è semplicemente un segmento vicino alla fine del ciclo vitale.

In questo contesto, iPhone diventa sempre di più IL prodotto su cui Apple deve mantenere forza e competitività se vuole mantenere la posizione di leadership attuale. E’ una sfida dura, dopo l’estate vedremo la prima mossa!