Apple: alla faccia della crisi
iOS

Apple: alla faccia della crisi

Ancora una volta, i dati smentiscono i soliti fenomeni, quelli secondo cui Apple in crisi, iPhone non vende niente, tutti finiti, innovazione andata e altre fenomenali stupidate di questo genere.

Io consiglio sempre prudenza, sia in positivo che in negativo affrontando il mercato con certe analisi: ricordate gli analisti su Samsung Galaxy S4?!? Venderà mille mila milioni di telefoni, sappiamo che in realtà la situazione è ben diversa; qualcuno rimembra i fans dell’HTC One? Con questo telefono, l’azienda risolverà tutti i problemi e will rule the world. Abbiamo letto i dati e verificato che va in modo ben diverso.

Ieri sera Apple ha rilasciato i dati della trimestrale e onestamente nessuno si sarebbe aspettato un dato record su iPhone 5, che invece rappresenta ancora uno dei principali player di mercato. Non è difficile fare un’analisi de noartri. Quando siete in spiaggia, guardatevi in giro, date un occhio alle persone normali e guardate bene che telefoni hanno in mano, difficilmente sarà un HTC o un Sony, qualche volta potreste vedere un samsung, ma davvero è impressionante la presenza di Apple.

Comincio a pensare che il calcolo basato solo sulle vendite, ora che il mercato è così saturo e nel momento in cui i telefoni (con i costi che hanno) non si cambiano ogni sei mesi, sia sbagliato. Bisognerebbe calcolare bene alla saturazione del mercato. Tra marzo a giugno samsung ha il 30% del mercato, per dire un numero a caso, ma quel 30% cosa rappresenta della globalità dei prodotti diffusi?

Le classifiche sarebbero molto molto diverse se avessimo un quadro chiaro del “distribuito” totale.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.