Xperia Z e il "display gate": aggiornamento
Android

Xperia Z e il “display gate”: aggiornamento

In questi giorni sto cercando di rispondere a tutte le domande possibili e immaginabili su Xperia Z, in particolare per quello che ormai sta diventando un caso di stato, ovvero la qualità del display.

Ho fatto tutte le prove del mondo, seguendo le richieste di tutti e la risposta finale è che “sì, una differenza tra questo e altri display concorrenti c’è”. Però secondo me non è una questione di qualità ma di tonalità. Traduco: non penso che il display di Sony sia peggiore dal punto di vista qualitativo, ma che sia stato semplicemente settato in modo diverso.

La tonalità del bianco è meno “limpida” tendendo un po’ all’azzurrino/grigio. La definizione a me sembra buona, nel senso che comunque il telefono assicura un’ottima leggibilità.

Come sempre, io seguo i suggerimenti, rivedo anche le mie opinioni se necessario, però onestamente continuo a non trovare questa differenza una “catastrofe” o un difetto che mi possa portare a bocciare il terminale. Siamo nell’ambito del pelo nell’uovo, o forse del dettaglio soggettivo. Probabilmente per alcuni questo è un aspetto fondamentale, partendo dal tipo di uso che fanno del telefono.

Io  lo uso per telefonare, usare social networks, scattare e condividere immagini, la tonalità del bianco non è tema centrale, ma ovviamente ognuno di noi ha esigenze diverse che si traducono anche in usi diversi del terminale e quindi da criteri di valutazione molto differenti.

Resto un possessore felice dell’Xperia Z. Se qualcuno è di un parere diverso, credo che ci sia posto anche per lui. Non ho visto ieri persone con le armi in pugno che obbligavano all’acquisto di questo prodotto, tutto sommato se il problema per qualcuno è insormontabile basta non comprarlo.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.