Un mese con il Galaxy SIII
Android

Un mese con il Galaxy SIII

La devo dire proprio tutta? Ma tutta tutta tutta? Il galaxy SIII dopo un mese di utilizzo mi lascia perplesso. All’inizio l’impatto è stato dirompente, mi sembrava il telefono più bello del mondo, il migliore che si potesse immaginare. Poi… Poi… E poi l’ho usato a lungo mentre rimaneva nelle mie tasche anche il più recente HTC One X, quello che insieme al gigante di casa samsung e all’ultimo LG hanno il primato per la potenza, grazie al processore quad core.

La perplessità vera è proprio legata al funzionamento e alla velocità del telefono con un processore che dovrebbe essere una saetta e non lo è. La sensazione più fastidiosa nel medio periodo è proprio che il telefono non sia reattivo come dovrebbe. In più, basta guardare il mio blog www.offair..it per capire come le foto notturne siano di qualità ancora scadente rispetto a ciò che uno si aspetterebbe da un telefono da 699 euro.

Mi dicono che il prezzo non conta più niente. Nessuno compra più i telefoni pagandoli, ormai il mercato (nella stragrande maggioranza dei casi, diciamo nella sua massa critica) si muove con i telefoni sovvenzionati, tanto è vero che nelle classifiche dei telefoni più venduti ci sono sistematicamente quelli che godono delle svariate forme di finanziamento. Eppure, nonostante questa nuova dimensione del mercato, non ci possiamo dimenticare che Samsung per il Galaxy SIII chiede 699 euro, una cifra comunque importante.

In cambio ci dà un telefono che ha potenzialità elevate, ma poi nella pratica ha un sensore della luminosità che funziona male, per cui rispondere al telefono quando si è in piena luce diventa un’impresa; poi c’è il doppio microfono che funziona male. Se si lascia inserita la soppressione automatica dei rumori, dall’altra parte praticamente non ti sentono.

La fotocamera è “rumorosa” in condizioni di luce scarsa. Ma lo è solo con il software originale, perchè se si usa qualche cosa di scaricato dal market (HDR PRO, CAMERA FX) le foto migliorano drasticamente anche con poca luce. Il che significa che il problema sta nel codice di samsung, perché il GSIII monta lo stesso identico processore dell’iPhone 4s, ma il telefono di Apple fa foto migliori.

La batteria: con una sberla di batteria da 2100 mAh in dotazione, uno si aspetta che il telefono resista senza alcun tipo di problema per un periodo ben più lungo di una giornata. Non è così: con un uso intenso e senza “spegni di qua, stacca di là, riduci di su, attenua di giù” si arriva giusto a fine giornata. Ma se vi capitasse di usare navigatore o fare un po’ di video, scordatevi un’autonomia di un giorno intero. Onestamente, le promesse di samsung era un po’ diverse.

Prima che i soliti fan boys attacchino con gli insulti, sottolineo che nel complesso a me il telefono piace, ma lo trovo inferiore alle aspettative. La cosa più incredibile è che un mese con il galaxy S3 ha rivalutato l’HTC One X, molto più bello dal punto del design e tutto sommato anche più reattivo dal punto di vista della velocità di esecuzione di alcuni programmi.

Ieri ho anche “giochicchiato” con il nuovo LG 4x HD e devo dire che tenendo in considerazione il costo (529 euro contro 699) il nuovo top di gamma degli “altri coreani” è davvero niente male.

Fatico a descrivere con le parole esatte cosa ci sia che non va nel galaxy S3. Saranno i materiali che non sono proprio accattivanti, sarà quella serie di piccoli bug che ti danno una sensazione di “imprecisione”, ma dopo un mese l’effetto è: bello, sì, punto.

L’entusiasmo è altra cosa.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.