Samsung fugge da Android?
Android

Samsung fugge da Android?

Oggi leggevo una curiosa teoria su boy genius report, che a sua volta richiamava le elucubrazioni di altro “pensatore” Aapo Markkanen, che lavora per ABI Research. Il LapomenoL come lo chiamerebbe Beppe Grillo faceva notare che Samsung ha accuratamente evitato di pronunciare il termine Android nel corso della presentazione del Galaxy S4.

Da questo si è dedotto che il gigante koreano vorrebbe svincolarsi da Android per lasciare il campo al proprio sistema operativo, Tizen. Proprio vero che nella vita non si impara mai, soprattutto non si impara mai dai propri errori anche quando sono macroscopici e giganteschi.

Qualche anno fa Samsung lanciò Bada; ricordo ancora il giorno in cui fui “convocato” per una prova sul campo del nuovo Wave. Il mio giudizio fu abbastanza netto: una schifezza totale. Mi risposero che non capivo le prospettive, che non intuivo il potenziale. Samsung ha abbandonato il progetto bada qualche mese fa, dopo un fallimento totale.

C’è da dire che in passato ha perso nei confronti di chiunque: quando si facevano i feature phones aveva un sistema operativo che era anche peggiore di quello dei telefoni siemens. Possibile che oggi si incaponisca di nuovo a prendere una strada di quel tipo?!?

Certo, ha tizen in casa che sulla base di Meego ha ottime prospettive, ma saranno capaci?!? Diciamo la verità, la versione migliore di Android è quella pura, dove i vari produttori non mettono mano e non rovinano l’ottimo lavoro degli sviluppatori di Google. Samsung ai suoi telefoni ha appiccicato un sacco di “stupidatine” di cui nessuna è davvero rilevante rispetto al sistema operativo base. Anzi, in alcuni casi, l’esperienza d’uso è peggiorativa rispetto al sistema operativo nudo.

Qualcuno scrive che quella alternativa potrebbe arrivare da firefox OS: ma che senso avrebbe?!? Stiamo a vedere. Io sono convinto sarebbe un errore colossale, ma lo sappiamo come funziona nella storia: ha ucciso più soggetti (e aziende) l’ingordigia che le malattie. Speriamo non sia il caso di Samsung.

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.