LG G Flex sotto torchio

Mister Gadget Team6 Marzo 2014

Ho cominciato da ieri a torchiare il nuovo G Flex di Lg, che da qualche settimana è in vendita nei negozi di Vodafone. Molti di voi mi hanno scritto chiedendo spiegazione  sulle differenze di prezzo tra il modello di Vodafone e quello venduto on line da Mediaworld, perché ci sono circa 200 euro di differenza tra le due offerte, ma onestamente non saprei cosa dire.

Scegliete quella più conveniente per voi: tutto sommato, non mi preoccuperei troppo delle motivazioni commerciali, visto che ci sono alternative vantaggiose.

Torno al prodotto: come sempre, quando si parla di phablet, il mio primo commento è “grande”. Chi mi legge spesso, sa che per me la misura di quel segmento è un po’ impegnativa. Ma come sempre accade con questo tipo di device, superato il punto della dimensione, rimane poi ciò che G Flex ha da offrire ai suoi utenti.

Potremmo disquisire mille volte sulle specifiche tecniche (poi ci entriamo) ma credo che la discriminante fondamentale sia essenzialmente estetica. Questo telefono diventa davvero appetibile se nella vostra vita sentite il bisogno di uno schermo curvo, con i vantaggi che comporta in termini di angolo di visione, di portabilità e di ergonomia d’uso.

Al primo impatto mi pare che uno dei punti di forza sia la batteria che offre un’autonomia notevole. Con una dimensione come quella del G Flex, ottengono anche un senso compiuto i tasti posteriori che rendono la fruibilità del telefono massima.

Lo schermo curvo serve veramente? Per quello ho bisogno di qualche giorno di utilizzo, al momento, non saprei proprio dare una risposta.

Fotocamera buona, anche per questa mi riservo di provare con calma. E’ sulla qualità del display che ho i dubbi principali, ma forse è prematuro parlarne.

Datemi qualche giorno e provo tutto! Avete qualche curiosità in particolare? c’è qualche dettaglio che vi interessa conoscere? Sotto con le domande! 🙂

[pp_gallery gallery_id=”16765″ width=”140″ height=”140″]