HTC ONE A9, la recensione di Mister Gadget

Mister Gadget Team28 Ottobre 2015

Da qualche giorno sto usando HTC ONE A9, la nuova scommessa della società di Taiwan, che sta da tempo cercando una dimensione sul mercato, dopo alcuni periodi felici, costellati di prodotti semplicemente inarrivabili dai concorrenti.

fare la recensione di questo prodotto è un esercizio di equilibrio complicato tra cuore e ragione

Non vi nascondo che dare una valutazione a questo smartphone è complicato. Perché è difficile? Perché se fosse l’unico prodotto sul mercato, sarebbe perfetto: purtroppo, esiste una concorrenza, ci sono molti prodotti competitivi e il pubblico ha scolpito nella testa alcuni punti fermi, difficili da spostare a colpi di comunicati stampa.

iphone 6 vs htc one a9

Come si fa a convincere gli oltre 200 milioni di utenti che hanno comprato un iPhone solo  nel 2015 che questo telefono non è una copia? HTC sostiene che è stata Apple a copiare, la qual cosa potrebbe anche essere considerata vera. Ma chi lo spiega a quelli che iPhone lo comprano e lo amano e, in molti casi, il marchio HTC non lo conoscono nemmeno.

Cerco di andare oltre questo che secondo me (dopo aver visto le reazioni delle persone in questi giorni) rimarrà lo scoglio più grande per dirvi che HTC ONE A9  è un buon telefono.

Ok, assomiglia ad un iPhone. Ma siamo sicuri sia davvero uno svantaggio?

Dico buono, perché ha tutto in ordine, dalla fotocamera, all’autonomia, dai materiali fino all’interfaccia utente, passando per il sensore di impronte digitali che è semplicemente un fulmine. Il problema, considerato il prezzo a cui sarà venduto da noi. è che non ha niente di eccellente. E poiché il prezzo (ad oggi ancora misterioso) pare sarà invece premium (tra i 599 e i 669 euro) è normale che le aspettative siano molto elevate.

Un tema a suo favore: questo telefono piacerà ad un target di utenti che alla parola “core” penserebbe immediatamente al cuore pronunciato in una canzone neo-melodica napoletana. Quel tipo di fruitori che se pronunci il termine “clock” danno subito un occhio all’orologio.

Ecco perché molti dei temi tecnologici cadono di fronte a questa prospettiva, mentre il fattore prezzo diventa preminente, così come quello di saper spingere il prodotto attraverso il canale degli operatori, facendo risultare il costo del terminale un aspetto irrilevante.

Dopo tutto questo preambolo, entriamo nel vivo della prova.

HARDWARE

Il nuovo HTC ONE A9 è costruito in modo molto furbo, con un perfetto equilibrio dei componenti. Il display da 5 pollici fullHD ha un’ottima leggibilità, ma non esagera nei consumi. Questo dettaglio, abbinato al processore snapdragon 617 con 2 gb di ram garantisce un’ottima autonomia, anche se la batteria è microscopica rispetto ai concorrenti principali. I suoi 2150 mAh ci hanno fatto venire i brividi. Ancora una volta: è migliore di quella di iPhone che però ha pessima reputazione, può bastare quel vantaggio per far pensare ad una batteria sufficiente? Fortunatamente nell’uso di tutti i giorni la combinazione dei fattori risulta ben architettata.

Però va detto che il processore non è un fulmine. L’apertura di Fotocamera e del Browser sono un po’ più lenti di quanto si vorrebbe vedere sullo smartphone dei sogni. Nulla di grave, ma il  nostro ingrato compito è cercare il pelo nell’uovo.

Nel complesso, la frubilità del telefono è comunque più che buona.

Memoria da 16 gb con 2 gb di ram, il telefono usa la nano sim e si può espandere attraverso la microSD. Proviamo un po’ di invidia per gli americani che avranno invece una versione da 32 gb con 3 gb di ram.

SOFTWARE

Da sempre, il punto di forza di HTC. L’interfaccia Sense 7 è abbinata ad Android 6.0 Marsmallow, che per la prima volta arriva su un telefono non Nexus sul mercato. Interessante la scelta di HTC di sfrondare le proprie applicazioni, per dare un aspetto molto più vicino a quello stock. La promessa è di aggiornare HTC ONE A9 a qualunque futura versione di Android entro quindici giorni dal rilascio sui Nexus.

HTC ONE A9 - 14

Di fatto quello di HTC ONE A9 è il software a cui siamo abituati da tempo, una delle interpretazioni più gradevoli di Android. Le aggiunte principali per quanto riguarda il software sono state agganciate al segmento della fotocamera, per cui rinvio a quella sezione per approfondimento.

HTC ONE A9 sarà aggiornato alle future versioni di Android entro 15 giorni dal rilascio per i Nexus

Come sempre, Sense 7 è veloce ed affidabile, ma ogni tanto il processore fatica un po’ a garantire la velocità a cui ci siamo abituati con HTC. Per aprire la fotocamera ci vuole almeno un secondo,  sembra niente ma se si fa 50 volte al giorno il dettaglio appare più evidente.

Anche in questo caso, valutazione complessiva molto positiva.

FOTOCAMERA

HTC ONE A9 - 19

Buona, ma non ottima. Trovo che stia diventando un tormentone ricorrente nei prodotti dell’azienda Taiwanese. Perché non si replica a nastro la qualità di Desire Eye? Quella di HTC ONE A9 è una fotocamera ottima quando le condizioni sono perfette, quando il gioco si fa duro, i risultati sono normali.

[pp_gallery gallery_id=”28812″ width=”140″ height=”140″]

Potete verificare da soli con gli scatti che sono riportati nella gallery qui sopra. Mi piacciono molto le soluzioni di montaggio, quelle con cui potete invece editare i video, che potete catturare in formato Hyperlapse oppure in formato Rallenty.

Screenshot_20151028-093326

Una volta scelto come girare un video, è facile editare ciò che è stato catturato e la cosa stupenda è che si può rendere Hyperlapse anche un video che è stato girato in modo “normale”.

Screenshot_20151028-094518

Non solo: è possibile regolare anche il coefficiente di accelerazione.

C’è anche una sezione pro, che vi permette di regolare invece tutti i parametri della fotocamera e di catturare le immagini in formato RAW.

Screenshot_20151028-093446

In questo caso, ho scelto il formato JPG, ma basta un  click per entrare in profondità nel settaggio della fotocamera.

Screenshot_20151028-093414

Come vedete, in questo caso è selezionata la modalità RAW.

Per una valutazione generale anche di questo segmento, esprimo un parere tutto sommato positivo, in linea con la qualità generale del telefono, ma Huawei P8, LG G4 e Galaxy S6 sono di altro livello.

BATTERIA

Il grande timore legato alla dimensione si è dissolto con l’uso. La batteria è davvero buona, nessuno stress per affrontare una giornata di lavoro con foto, audio, video. Non mi chiede ancora però quante ore di schermo acceso faccia perché non sono ancora riuscito a dare una valutazione certa.

Screenshot_20151028-095613

Queste statistiche non fanno testo perché riguardano il telefono di mattina, poche ore dopo la carica. HTC ONE A9 è comunque in grado di competere alla grande con altri flagship in circolazione in questo periodo.

AUDIO E RICEZIONE

In questo campo due segni più, perché il telefono si comporta bene con la ricezione e la velocità di cambio rete; l’audio è buono ma scordatevi l’effetto boomsound. L’audio dallo speaker in basso ha un buon volume ma una definizione mediocre, però se parliamo di audio in cuffia è tutta un’altra storia. HTC ONE A9 ha l’uscita audio da 1 volt, il doppio dei concorrenti ed è compatibile con le registrazioni in high resolution audio, il suono con cuffie di qualità è meraviglioso.

CONCLUSIONI

Eh… qui arriva la parte difficile. Perché se valuto il telefono da solo, il commnento è: Molto buono. Ma il nostro compito è fermarci qui o guardarlo nel contesto della concorrenza, prendendo in considerazione anche prezzo, prestazioni, tendenze del mercato e percezione degli utenti? Forse, per chi produce telefoni, dovremmo limitarci al primo livello. Facciamolo per questa volta, segnalando che HTC ha fatto un ottimo lavoro, realizzando un telefono bello da vedere, con materiali azzeccati e con un hardware, che pur non essendo da campionato del mondo degli smanettoni fa il suo mestiere alla grande.

Basterà per vendere e diventare un successo? Quella è la seconda parte della valutazione e la lascio a voi.

[accordion title=”QUELLO CHE MI PIACE” close=”0″]- il display
– la batteria
– android 6.0 a bordo[/accordion]

[accordion title=”QUELLO CHE NON MI PIACE” close=”0″]- la fotocamera
– il prezzo
– l’audio dell’altoparlante[/accordion]