HTC: i numeri di febbraio. Basterà HTC One?
Android

HTC: i numeri di febbraio. Basterà HTC One?

HTC ha rilasciato ieri i dati finanziari del mese di febbraio. Male. Direi quasi malissimo, se pensiamo che per fare così male bisogna tornare al mese di febbraio di 3 anni fa.

Gl incassi sono stati di 384 milioni di dollari, il 44% in meno dello stesso periodo dello scorso anno e addirittura il 27% in meno rispetto al mese prima. Direi che bisogna cominciare ad accendere l’allarme rosso per un’azienda il cui momento di difficoltà è onestamente inspiegabile, partendo dalla qualità dei prodotti.

L’HTC One X non era il massimo, è vero, ma il One X+ era un prodotto di livello elevatissimo, i vari One S e One V nel loro segmento di prezzo erano oltremodo competitivi, come mai non hanno raccolto consenso?

Ancora una volta torna a galla lo stesso principio, quello che fatico a spiegare ai soliti super nerds che vengono qui a martellare gli ammennicoli sbandierando processori, schermi, varie ed eventuali: la percezione. Conta più del prodotto, conta più della realtà qualità in campo, conta oggi più che mai.

Però forse manca anche la capacità di HTC di posizionare se stessa nel mercato mobile, dando un adeguato livello di prezzo ai propri prodotti. HTC One X, One V e One S avevano tutti lo stesso macroscopico difetto, 100 euro di troppo sullo scontrino.

Io gestisco aziende, tra le varie cose che faccio e di fronte ad una condizione di mercato difficile ho ribaltato la gestione di una di esse: anziché vendere pochi prodotti molto costosi e con ampio margine, ho messo in pista un’organizzazione basata su tantissimi prodotti con costi molto più ridotti e con un margine più risicato. Solo che vendendone tantissimi, alla fine abbiamo comunque generato un business molto interessante e con un margine “adeguato”.

Non vedo altra soluzione per HTC, che invece ha di nuovo posizionato il nuovo prodotto HTC One a 699 euro. Secondo me scelta molto pericolosa, considerato cosa è successo con One X, ma chi ha fatto questa scelta avrà le sue ragioni. Come sempre, il tempo sarà galantuomo.

 

DISCLAIMER, NOTA IMPORTANTE PER TE CHE LEGGI MISTER GADGET:

Accedi a queste pagine gratis e MisterGadget.Tech per poter offrire i propri contenuti gratuitamente si finanzia attraverso:
- la pubblicità,
- i programmi d’affiliazione,
- i branded content,
- la valorizzazione dei dati degli utenti.
I dati degli utenti che raccogliamo, sono fondamentali per personalizzare e migliorare la tua esperienza di navigazione e di lettura.

Tutto questo con un impegno etico di rispetto dei tuoi diritti, dei tuoi interessi e della tua privacy; i nostri lettori sono quanto di più prezioso abbiamo e per questo tuteliamo i loro interessi con un rigore che è superiore a quello dei regolamenti europei e delle leggi italiane vigenti.

Il fatto che pubblicizziamo o promuoviamo l’acquisto di un prodotto anche direttamente dalle nostre pagine, non influenza in alcun modo il nostro giudizio o le nostre valutazioni.

Proponendoti dei link di acquisto, con una selezione dei migliori prezzi e di servizi affidabili, anticipiamo semplicemente quello che qualunque utente, te compreso, se interessato, farebbe meno comodamente e meno velocemente: cerchiamo in rete per te le opportunità migliori.

Promuoviamo la registrazione degli utenti, fino a vincolare il tuo  accesso ad alcuni contenuti integrali, perché è riteniamo sia il solo modo che abbiamo per essere certi che quando navighi tu possa trovare quello che ti interessa veramente.

Nessun “grande fratello” o altro strumento di controllo, ma solo un modo moderno di interpretare il ruolo di un editore digitale, che vuole offrire gratuitamente i suoi contenuti di qualità, per la miglior soddisfazione della sua community di tech lovers.