Google smette di vendere Nexus 6

Mister Gadget Team9 Dicembre 2015

Oggi è il giorno degli addii: non solo cala il sipario su Firefox OS, come già raccontato, ma Google smette anche di vendere il Nexus 6, che sparisce ufficialmente dal Google Play Store.

Diciamolo: nessuno si strapperà le vesti e difficilmente ci saranno veglie funebri per ricordarne la breve e poco felice esistenza.

Sì, certo, si alzerà dal coro dei silenziosi la mano di chi lo ha comprato e dovendo difendere la propria scelta proverà a convincerci che fosse il telefono migliore di sempre, che mai la storia ha visto uno smartphone di una qualità così elevata, ma la verità è che il Nexus 6 è stato purtroppo un capitolo poco fortunato della saga dei Google Phone.

Non dico sfortunato, ma quasi, perché purtroppo molte delle scelte fatte erano in contraddizione con la tradizione Nexus e hanno un po’ spiazzato i fedelissimi, senza però introdurre sostanziali vantaggi.

Sì, ok, forse in questo mio epitaffio sono eccessivamente critico nei confronti del risultato della collaborazione tra Google e Motorola, ma probabilmente sono le parole dell’innamorato deluso, perché ho trovato semplicemente straordinario il Nexus 5 e mi aspettavo (sbagliando) che il 6 fosse anche meglio.

I prodotti di Google non sono mai stati un trionfo commerciale, l’obiettivo di Google è sempre stato quello di avere un gruppo di utenti che testassero i suoi servizi, non quello di sbancare il mercato, ma il Nexus 6 è stato sicuramente un passo falso.

Display troppo grande con grip del telefono ridotto, batteria ni, fotocamera così così, maneggevolezza molto ridotta: non c’era un solo aspetto che facesse davvero la differenza o rappresentasse una novità rilevante.

Non mi sorprende che si smetta di venderlo, ma che sia rimasto on line fino ad oggi. In tutta onestà, non ci mancherà tanto.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover