Galaxy S6 e S6 Edge: la prova continua

Mister Gadget Team7 Aprile 2015

Ricevo tantissime domande via twitter ma anche via mail relative ai due oggetti del desiderio, ormai prossimi all’esordio commerciale, fissato per il 10 aprile.

Aggiorno con piacere lo stato della mia prova, che sto cercando di fare usando contemporaneamente i due telefoni, con due sim diverse. Purtroppo non ho modo di avere lo stesso operatore in entrambi, prova che sarebbe più attendibile, perché anche la connessione con le celle e i protocolli di comunicazione di rete incidono su autonomia e funzionalità dei telefoni.

Il primo impatto con S6 era stato poco gradevole, perché si è “incriccato” qualche cosa nel ripristino di un backup e da quel momento avevo cominciato a registrare diverse anomalie, tra cui l’impossibilità totale di usare l’applicazione sms. Una vera noia, pur avendo l’alternativa di hangout o di altre app di gestione degli sms. Però ho poi resettato il telefono e adesso tutto va alla grande.

Quale dei due preferisco? Il solito dualismo maledetto, perché ci vengono imposte scelte così difficili? Io preferisco il modello EDGE, ma penso che alla lunga il modello flat sia forse quello più da battaglia. C’è un piccolo dettaglio: ho la sensazione che il modello EDGE ogni tanto scaldi un po’, mentre la stessa cosa non mi succede con il modello “flat”. Poca roba, ma è doveroso segnalarlo.

La batteria rimane, dopo quattro giorni di utilizzo, il vero tallone di achille, più di Edge che di Flat. Non ci sono grandissime differenze nei consumi, ma un po’ l’effetto dei display in più da accendere si vede.

Confermo che quando il telefono è in standby il consumo è pari a zero, ma quando il display è acceso sono dolori, perché la batteria scende a vista d’occhio. Però i nuovi telefoni hanno la carica veloce e ovviare al problema è meno complicato. Non sono mai rimasto a piedi nel corso del weekend, ma è anche vero che non ho mai usato il telefono in modo davvero aggressivo.

La fotocamera: si comporta molto bene con tanta luce, devo ancora sperimentare adeguatamente al buio o con luce scarsa, ma stasera mi metto d’impegno. Molto veloce la messa a fuoco e la memorizzazione.

La velocità: io su questo aspetto insisto, confermando le prime valutazioni dei giorni scorsi. Il telefono è veloce, ma ci sono ancora alcune “scorie” da touchwiz del passato, con tempi di transizione che in alcuni casi sono solo apparentemente più veloci. L’effetto grafico è magari velocissimo, ma poi la reale fruizione del servizio arriva un attimo dopo. Ho messo in video l’esempio dell’apertura delle foto in galleria: il telefono impiega un po’ di tempo a “comporre” la foto, effetto che non si ha su iPhone o anche su HTC One M9.

Però  è innegabile che la situazione sia di gran lunga migliore rispetto a prima. In confronto, anche il recentissimo Note 4 ha dei tempi di reazione quasi giurassici. Ma, per intenderci, su alcuni servizi iPhone resta più veloce del Galaxy S6.

Avete altre domande a cui non ho risposto? A disposizione.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover