Finalmente provo Huawei Mate S

Mister Gadget Team11 Novembre 2015
Huawei Mate S

E’ stato complicato, ma ce l’abbiamo fatta. A quasi due mesi dalla presentazione, ho agguantato Huawei Mate S, che vedete in questi giorni spinto tantissimo dalla campagna pubblicitaria televisiva.

Huawei Mate S - la confezione

Huawei Mate S – la confezione

Parto da un dettaglio molto poco tecnico: il packaging. Dimenticate lo stereotipo del passato circa la scarsa  cura dei dettagli, perché la confezione di Huawei Mate S è semplicemente stupenda.

Huawei Mate S - la scatola

Huawei Mate S – la scatola

Questo, ovviamente, non incide sulla valutazione del prodotto, ma sicuramente è un aspetto importante che contribuisce alla costruzione della percezione complessiva dello stesso.

Ma una volta aperto, dentro, cosa c’è?

Huawei Mate S - phone in the box

Huawei Mate S – phone in the box

Ovviamente, il telefono, ma sotto il primo strato ci sono anche gli accessori strettamente necessari al suo funzionamento.

Huawei Mate S - contenuto scatola

Huawei Mate S – contenuto scatola

Caricabatteria, Cavo di collegamento e cuffietta quello che trovate a disposizione.

Ok, va bene la confezione, ma il telefono come è? Interessante perché trasmette solidità e leggerezza allo stesso tempo, però per qualche ragione ha un feeling meno prestigioso rispetto al Galaxy S6 Edge+, per fare un confronto con un’altro dei top di gamma in circolazione.

Sono sincero se dico che esteticamente preferisco di gran lunga Huawei P8, ma come sempre siamo nel campo del gusto e quindi tutto diventa opinabile. Ma Huawei Mate S è un prodotto accattivante soprattutto perché impacchetta un sacco di tecnologia in uno “spazio ristretto”, peccato non avere la versione force touch che secondo me farà davvero la differenza.

Huawei Mate S - interfaccia utente

Huawei Mate S – interfaccia utente

Una cosa importante: penso che Huawei debba fare un pensierino sulla propria interfaccia. EMUI 3.1 è piacevole da usare ed è un passo in avanti netto rispetto alle prime proposte del colosso cinese, ma non quanto paghi dare agli utenti su un telefono da oltre 600 euro la stessa impronta che trovano su Honor a meno di 200.

Ancora una volta: questo non inficia la bontà del Mate S, ma ieri più di un mio collega lo ha scambiato per l’Honor 7, che costa oltre 300 euro in meno. Forse è il momento di differenziare le linee di prodotto, per evitare cannibalizzazioni.

Huawei Mate S - fotocamera

Huawei Mate S – fotocamera

La fotocamera è strepitosa. Davvero ottima, dai primi scatti fatti ho ricavato ottime impressioni, ma devo approfondire con l’uso in condizioni critiche con poca luce.

E la batteria? Ve lo dico tra qualche giorno, non ho ancora una valutazione consolidata, perché ho usato solo per pochissime ore.

Nei prossimi giorni vi aggiorno, nel frattempo sono a vostra completa disposizione, come sempre.

[pp_gallery gallery_id=”29168″ width=”140″ height=”140″]

 

 


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover