Android L in prova, davvero bello

Mister Gadget Team28 Giugno 2014

Provare per credere: il vecchio claim pubblicitario é sempre utile quando bisogna capire bene le novità.

Nei giorni scorsi leggevo di android L durante la conferenza degli sviluppatori di google e mi chiedevo dove avessi sbagliato nella lettura/visione degli eventi perché sentivo urlare alla rivoluzione e non la vedevo.

É bastato accendere il nexus con la preview a bordo per capire il perché di tutto l’entusiasmo. Continuo a pensare che la parola “rivoluzione” sia sinonimo di altro, ma lo stravolgimento grafico é impressionante.

La prima cosa da dire é: bello, bello, bello. Esteticamente é davvero una rivoluzione, che piacerà a molti e farà sorridere altri perché ci sono cerchi ovunque, un richiamo molto chiaro al mondo di iOS 7.

Ma questo conferma la mia idea: il popolo ha fame di cerchi?!? Perché non darli?

Le novità più immediate: finalmente dalla homepage al telefono in un click. Sulla schermata di blocco due icone per andare diretti alla fotocamera e al telefono.

Le nuove notifiche su schermo sono belle ma un po’ invasive e (in certi contesti) pericolose.

La barra notifiche cambia totalmente,senza le alternative delle due dita. Google ha scelto una soluzione più simile a quella di huawei com “scatti” progressivi.

Primo scatto notifiche, poi i comandi “tecnici”

Il dialer é cambiato tantissimo, totalmente stravolto, mentre si capisce solo ora impatto del nuovo mondo google che é molto più colorato.

Ho un’impressione : il team android ha pescato qua e là le personalizzazioni degli operatori facendo una sintesi molto intelligente e questo android L é davvero ben fatto.

Molte applicazioni non funzionano e vanno in crash, sconsiglio vivamente l’uiilizzo in questa fase.

[pp_gallery gallery_id=”19658″ width=”140″ height=”140″]