Come sono fatti Ray-Ban Stories, occhiali smart nati dalla collaborazione tra Facebook e Ray-ban

Redazione Web10 Settembre 2021
rayban-facebook-occhiali-smart-mister-gadget

Giovedì 9 settembre, sono stati ufficialmente rilasciati gli smart glasses di ultima generazione di Ray-ban e Facebook, gli occhiali smart di cui si è parlato a lungo e che finalmente trovano una conferma ufficiale

Un idea, quella degli occhiali intelligenti, che poteva sembrare un utopia lontana ma che ora è realtà. Il nome scelto per questi occhiali è Ray-ban “Stories”.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

  • Instant Camera Capture: Unici nel suo genere, gli occhiali smart di rayban e Facebook consentono attraverso una fotocamera da 5MP di scattare foto in tempo reale e realizzare video fino a 30 secondi di grande qualità grazie a un grande lavoro in fase di elaborazione. Il sistema di cattura multimediale è stato pensato in modo tale da adattarsi e resistere ai più svariati movimenti. Le ottimizzazioni ottenute dal lavoro di fotografia computerizzata includono HDR e Low Light Fusion, stabilizzazione video e riduzione del suono.
  • Audio incorporato: bluetooth integrato e un sistema audio a 3 microfoni ti permetteranno di ascoltare i tuoi video o brani preferiti da qualsiasi app sul tuo telefono, fare chiamate o inviare messaggi. Il touchpad integrato ti permette di regolare il volume, mettere in pausa, giocare e altro ancora.
  • Facebook Assistant: usa la frase “Hey Facebook” per scattare video e foto. Basta dire “Hey Facebook, scatta una foto” e Ray-Ban Stories farà il resto. 
  • App Facebook View: I Ray-Ban Stories si connettono alla nuova app Facebook View, così da poter condividere facilmente il tuo punto di vista, le tue storie e i tuoi ricordi con i tuoi amici.
  • Custodia di ricarica: i Ray-Ban Stories vengono forniti con una custodia di ricarica appositamente progettata per ricaricare facilmente i tuoi occhiali mentre sei in movimento e in qualsiasi momento della giornata.

Una grande sfida di design

Per prima cosa occorre dire che i rayban Stories possono essere utilizzati come semplici occhiali da sole. Detto questo, dobbiamo anche dire che non sono semplici occhiali.

Per gli smart glasses Ray-Ban Stories, la miniaturizzazione è stato un procedimento fondamentale. EssilorLuxottica, società madre di Ray-Ban, e Facebook hanno lavorato insieme alla progettazione di un occhiale in cui la tecnologia intelligente si integrasse con la ricerca di un design iconico. 

È stato svolto un lavoro estremamente complesso di riduzione al minimo delle componenti. L’obbiettivo era per far si che due fotocamere, una serie di micro-altoparlanti, i tre microfoni, un processore Snapdragon® ottimizzato, un touchpad capacitivo, una batteria e altro ancora, dessero vita alla montatura più leggera possibile.
Gli smart glasses Ray-Ban Stories superano di soli 5 grammi il peso quello dei normali Wayfarer.

Altra grande sfida è stato il collocamento della porta di ricarica. I rayban Stories utilizzano le cerniere delle aste per l’aggancio alla custodia di ricarica appositamente progettata per ricaricare in modo facile e proteggere gli occhiali durante l’utilizzo.

L’importanza della privacy

La privacy è stata fin da subito una delle priorità e degli aspetti da tenere in considerazione nell’elaborazione degli occhiali smart.

Innanzitutto i Ray-Ban Smart Stories raccolgono solo i dati necessari al funzionamento ottimale.
I controlli nell’app Facebook View consentono di scegliere in che modo e con che tempistiche e con quale destinazione importare foto e video.
L’uso di Facebook Assistant per i comandi vocali è totalmente opzionale.
Altro aspetto importante relativo all’uso di Facebook è il fatto che i rayban Stories garantiscono un utilizzo dell’app senza inserzioni pubblicitarie.

Sempre in merito all’aspetto privacy è stato inserito un tasto per lo spegnimento immediato fotocamere e il microfono, così come di un LED che lampeggia ogni volta che viene scattata una foto o registrato un video, per avvisare le persone nelle vicinanze.

L’attenzione da parte degli sviluppatori a questi aspetti legati alla privacy negli smart glasses deve poi essere sostenuta e aiutata anche dal comportamento dei suoi acquirenti.

A tal proposito sono state sviluppate delle linee guida sui modi corretti di utilizzo degli occhiali smart disponibili online sulla pagina dedicata alla privacy per Ray-Ban Stories.

Concludendo possiamo sostenere che questa tecnologia indossabile porta con sé una nuova serie di questioni delicate sul tema della privacy che dovranno essere valutate e implementate nel tempo.

Disponibilità e prezzi Ray-Ban Stories

I Ray-Ban Stories sono disponibili in 20 varianti negli iconici modelli Ray-Ban – Wayfarer, Wayfarer Large, Round e Meteor. Le lenti saranno disponibili anche nelle varianti polarizzata (a partire da 359€), fotocromatica (a partire da 409€) e graduata (prezzi variabili)

Gli smart glasses possono essere acquistati online e in negozi selezionati a partire da 329€.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover