Oppo Find X abbandona il notch per la camera estraibile

Mister Gadget Team19 Giugno 2018

Oppo Find X abbandona il notch per la camera estraibile, ma è una soluzione pratica nella vita di tutti i giorni?

Questa sera a Parigi ci sarà il lancio mondiale del nuovo Oppo Find X, ma se volete conoscere i dettagli potete risparmiarvi lo streaming in diretta e puntare dritti a questo video di The Verge.

video

Le immagini che vedrete vi  mostreranno la soluzione che Oppo ha pensato per evitare di usare il famigerato “notch”, offrendo allo stesso tempo il display più grande possibile.

Una piccola premessa: Oppo è marchio molto popolare in Cina, pressoché sconosciuto da noi, che è proprietario anche di OnePlus e sta per fare il suo esordio in Italia.

oppo find x camera

Il risultato è questa curiosa camera motorizzata che compare quando premete il tasto fotocamera sul display, senza che voi dobbiate fare altro.

Bisogna capire quanto funzionale sia nella vita di tutti i giorni, così come sarà interessante scoprire come si potrà mettete una cover su un dispositivo di questo genere.

Il display diventa così enorme, addirittura da 6.4 mpx, con una percentuale di occupazione del display del 92.2%.  E’ un pannello OLED con bordi curvi, che ha una definizione da 1080 pixel.

Le fotocamere sono da 16 e 20 mpx sul retro, addirittura da 25 mpx sul fronte. Qualcuno offre di più? La corsa ai megapixel sugli smartphone sta diventando onestamente abbastanza stucchevole.

C’è però da sottolineare che la fotocamera frontale ha la capacità di fare la scansione facciale in 3D, ma sono curioso di capire come funzioni se lo “sportello” del sensore è chiuso. La camera si apre in 0.5 secondi. Sembrano pochi, ma provate ad aspettare mezzo secondo tutte le volte che volete scattare una foto, poi a girare la fotocamera e quindi una volta inquadrato il soggetto a scattare.

Le operazioni non saranno velocissime.

Ma la fotocamera a scomparsa significa che non ci saranno sporgenze sul retro, dettaglio molto gradito dal punto di vista dell’estetica.

Non c’è un sensore delle impronte digitali. La sicurezza è affidata al sistema di riconoscimento facciale 3D della fotocamera anteriore. Sbloccate il telefono, il motorino si attiva, si alza il pop up, il vostro viso viene letto e il motorino torno al suo posto.  Ho qualche perplessità.

Dentro il telefono, processore snapdragon 845, 8 gb di ram, 256 gb di memoria interna, 3.730 mAh di batteria. Se non vi basta, è anche dual sim.

Il software è Android 8.1, ovviamente con la versione di Oppo che si chiama Color OS.

Non c’è certificazione di alcun tipo per la protezione da acqua e polvere, c’è un sistema di carica veloce, simile al Dash Charge di OnePlus.

Sarà in vendita già da oggi in Cina, successivamente nel resto del mondo, il prezzo è di 999, dal mio punto di vista una follia per un brand come questo, ma sarà il mercato a dare il suo giudizio. Se volete, ve lo scrivo in una busta e la consegnamo ad un notaio, poi tra sei mesi andiamo a controllare se ho indovinato.

Esteticamente bello, ho qualche perplessità sul sistema della fotocamera, bisogna capire che tipo di assistenza verrà fornita in Italia e come verrà distribuito da noi.

a voi piace?


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover