L’ultima preview di Android Lollipop su Nexus 5

Luca Viscardi20 Ottobre 2014

Combattendo la pigrizia, ieri ho installato la nuova build di Android Lollipop 5.0, la LPX13, che dovrebbe essere l’ultima prima del rilascio ufficiale del nuovo sistema operativo made in Google.

Quando si parla di estetica tutto diventa soggettivo, ma ciò che giunge subito a tiro è la bellezza estetica del nuovo Android. Lollipop è un salto in avanti nel tempo e nello stile, facendo della prima orrida versione di Android un lontano ricordo ormai cancellato e praticamente sepolto.

Adesso Google ha compreso il valore di una cura dei dettagli che parte necessariamente da una semplificazione estrema delle procedure di setup e anche un’interfaccia più bella da vedere.

Primo dato: adesso google fa backup anche delle impostazioni del launcher, oltre che fornire un’opzione chiamata “TAP’N’GO” che attraverso l’NFC trasferisce le impostazioni. Ad esempio, dal Nexus 7 potete passare tute le vostre configurazioni a Nexus 5 con un semplice tocco dei due apparati.

Superato l’impatto iniziale, rispetto alla preview si trova una novità importantissima: gli utenti. Questa è secondo me una novità fondamentale che traccia un solco importante, soprattutto per la fruibilità dei tablet, che possono finalmente essere condivisi in famiglia senza tanti stress.

20141020_125225

Credo sia una funzionalità imprescindibile pensando al tablet come oggetto condiviso tra più fruitori in un nucleo famigliare.

Altra novità la gestione delle notifiche audio che sono silenziabili grazie alle opzioni offerte nella barra che appare quando si preme il pulsante volume.

20141020_125239

Ovviamente, tutta l’area delle notifiche è cambiata rispetto a kitkat ed è secondo me molto più comoda ed immediata. La maggior parte degli amici che usano android e non sono esperti non erano mai arrivati ai quick toggles. La zona notifiche di Lollipop è più bella (soggettivo) e più semplice da usare. A proposito di notifiche: una delle novità di lollipop sono i banner a schermo bloccato. Potete scegliere comunque di nascondere le informazioni come mittente e anteprima del contenuto. Non si sa mai, potrebbe essere letale mostrare alla vostra fidanza che vi scrive la ex. Meglio evitare morti e feriti causati dalla tecnologia.

in generale l’interfaccia è migliorata, più semplice e fruibile, ora anche con un tema generale più legato al bianco, mentre in passato era il nero il colore preponderante.

20141020_125256

Dal menu impostazioni potete gestire anche il risparmio energetico, una delle novità di lollipop.

Ma ovviamente, è il material design in generale che cambia l’impatto rendendolo un po’ più “fighetto”, se volete un po’ più asettico ma comunque pregevole.

20141020_125321

Il dialer è ancora più completo con la ricerca di ciò che vi circonda, utilissimo soprattutto nelle città che non conoscete, per trovare qualunque attività vicino a voi.

La fotocamera ha algoritmi modificati, una messa a fuoco e scatto molto veloci. Il nexus 5 ha ad esempio una resa molto migliore (a parità di hardware) quando si usa HDR.

Ci sono mille sfumature, ma cerco di riportarvi le cose principali, perché ci vuole forse tempo per sperimentare tutte le funzionalità offerte. Curiosa quella del “pinning” di una app: andate in sicurezza, attivate la penultima voce, “blocco su schermo” e poi quando aprite una app, cliccate su “recenti” (il carosello delle app aperte) vedrete una puntina.

Cliccando sulla puntina, lo schermo rimarrà bloccato lì quando passate il telefono a qualcuno. Ho dimenticato di sicuro un sacco di funzioni, chi sta provando e può contribuire si faccia avanti! 😀


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover