H.Moser & Cie creano la copia di Apple Watch a 26.900 dollari

Luca Viscardi29 Maggio 2017

Il mondo a volte è strano, sembra andare a rovescio: forse questo è uno di quei casi, quello in cui il produttore svizzero  di orologi Moser & Cie ha realizzato il modello Swiss Alp Watch Zzzz,  in pratica la versione meccanica dell’Apple Watch.

Non so come la prenderanno a Cupertino, dove di solito sono piuttosto gelosi della proprietà del design e del riconoscimento della stessa, ma secondo me è un grandissimo riconoscimento da parte della patria dell’orologio.

Quelli di Moser & Cie lo sanno benissimo, dato che hanno emesso un comunicato in cui fanno riferimento al loro orologio suggerendo che le forme potrebbero far pensare ad uno smartwatch in standby.

Ed in effetti, se chiedessimo a 1.000 persone a cosa pensano guardando questa foto, le uniche che potrebbero rispondere qualcosa di diverso da Apple Watch, sarebbero solo quelle che non conoscono lo smartwatch.

La cosa  molto curiosa è che sul quadrante non ci siano né la marca di chi lo costruisce, né i numeri (o i segni) che indicano le ore.

Il minimalismo è ciò che appare immediatamente come la linea guida principale di Swiss Alp Watch Zzzz, che viene realizzato in edizione super limitata.

Ci sono due diversi modelli, cioè uno bianco e uno blu, che verranno realizzati in soli venti esemplari per ogni variante.

Si ricarica a mano, ogni carica ha una durata di circa 4 giorni, anche in questo caso una sorta di affronto agli smartwatch che invece vanno ricaricati rigorosamente tutti i giorni.

Il prezzo è degno di uno dei migliori prodotti dell’artigianato svizzero nel mondo degli orologi, ovvero 26.900 euro, un modo come un altro per far sembrare economico anche l’Apple Watch, che nell’ambito degli smartwatch è in realtà una delle soluzioni più costose, se non la più ricca in assoluto.

Mi piace l’idea della contrapposizione tra meccanica ed elettronica, tutto sommato è interessante anche l’interpretazione artigianale di un prodotto che vuole essere invece di massa.

Ho qualche dubbio sulla stessa disponibilità di Tim Cook a guardare un prodotto che copia un oggetto disegnato in California, senza far spedire le proprie impressioni ad uno studio legale di quelli con dodici o tredici nomi sulla targa.

Ho la sensazione che ci saranno altre puntate sulla storia di Swiss Alp Watch Zzzz.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover