Due settimane con Moto X Style

Luca Viscardi27 Ottobre 2015
Due settimane con Moto X Style

Da quando ha avviato il suo nuovo corso, Motorola ha sfornato prodotti molto interessanti e il  nuovo Moto X Style tiene alto il livello della proposta, con uno smartphone molto pratico, semplice da usare e se vogliamo anche bello.

Ho trascorso due settimane dal momento del suo primo utilizzo e il parere che ho maturato è di buona soddisfazione, perché il software è reattivo, la batteria buona, la fotocamera più che valida e il display ha fortunatamente cancellato l’eredita del passato. Il modello dello scorso anno aveva evidenti limiti nella temperatura del colore, con una tendenza a virare al giallo che non si vedeva tanto guardando lo schermo, ma che risaltava tantissimo affiancandolo a qualunque altro apparato.

Ma andiamo con ordine.

HARDWARE

Motorola ha fatto una scelta oculata, evitando accuratamente di usare il processore snapdragon 810, optando invece per un più parco ma anche più sicuro Snapdragon 808, abbinato a 3 gb di RAM. Il risultato non vi deluderà ma su come questo incida sul software torniamo più tardi. Ovviamente, parlando di hardware bisogna considerare anche la qualità di costruzione e il nuovo Moto X Style è oggetto assemblato molto bene, con materiali forse un po’ banali rispetto alle numerose opzioni che in molti paesi si hanno grazie al Moto Maker, ma comunque gradevole all’impugnatura e tatto, oltre che resistente alle sollecitazioni. Il mio ha fatto un discreto volo e se l’è cavata con una leggere ammaccatura senza particolari altri danni.

Il display mi piace molto: definizione QHD, 1440×2560, con una densità di pixel elevata, per la precisione 520 per ogni pollice. I colori sono belli, ma grazie alla tecnologia IPS LCD non sono saturati o falsati rispetto alla realtà. Ottima fedeltà delle tonalità e una dimensione molto generosa, con i 5.7 pollici che rappresentano il 74.9% della superficie totale del telefono.

Moto X Style - 1

Dettagli curati e buona ottimizzazione degli spazi, anche se lo spessore centrale, a causa della forma concava dell’impugnatura, è un po’ generoso. L’unico difetto che trovo evidente a livello hardware è il peso, perché 179 grammi sono un bel fardello da trasportare.

SOFTWARE

Se amate il bloatware o il vaporware, questa non è roba per voi. Perché Moto X Style è realizzato con una versione del software praticamente identica a quella che Google ha immaginato per la linea Nexus, con pochissime aggiunte, tutte vantaggiose per l’utente, come l’active screen o la versione ottimizzata del risveglio vocale.

La combinazione d hardware e software senza particolari aggiunte è la garanzia di un funzionamento rapido, immediato, senza alcun tipo di indugio. Se devo pensare a paragoni, il Moto X non arriva alla rapidità da record di Galaxy S6 e dei suoi fratelli, ma è una delle migliori soluzioni sul mercato.

La disponibilità di software senza alterazioni è anche garanzia di aggiornamenti veloci. Mi sorprende infatti che non sia ancora arrivato l’aggiornamento al nuovo android 6.0, visto che in precedenza l’aggiornamento al 5.0 era stato addirittura più veloce di quello dei Nexus.

Anche Moto X Style ha alcune soluzioni comode legate al movimento del telefono: un doppio colpo di Karate accende la torcia, passare la mano sopra al display attiva le informazioni di Active Display, mentre far ruotare il telefono attiva al fotocamera.

FOTOCAMERA

Tema complesso quello della fotocamera. La valutazione del suo funzionamento dipende dal punto di partenza: se si approccia questo telefono con il solito “distacco” delle recensioni, senza particolari aspettative, la valutazione è più che buona.

Se però tenete in considerazione la presentazione del telefono e tenete a mente la promessa della “best in class camera”, allora forse subentra un po’ di delusione.

Scatti Moto X Style - 13

Vi metto un paio di scatti catturati con Moto X Style per mostrare come i risultati siano un po’ alterni. Buoni, ma comunque inferiore ai prodotti leader del mercato mobile in fatto di fotografia, ovvero Galaxy S6, G4 e iPhone 6/6s.

Scatti Moto X Style - 10

Come potete vedere, il movimento naturale di uno scatto quando non si usa il cavalletto causa un certo grado di sfocatura. Questo nonostante lo Stabilizzatore Ottico di Immagine che è presente nel Moto X Style.

Impressionante la velocità di messa a fuoco e di cattura delle immagini, che è forse una delle migliori del mercato.

Non ci sono personalizzazioni della fotocamera di tipo professionale, la parola d’ordine è semplicità!

BATTERIA

Motorola ha scelto una batteria da 3000 mAh in un prodotto con un display QHD da 5.7 pollici, non era difficile prevedere l’esito. Se avete una normale giornata di lavoro e poi tornate a casa, siete tranquilli, ma se pensate ad una serata fuori con gli amici o ad un weekend fuori casa, preparatevi a ricaricare prima di uscire e a partire con il caricabatterie in valigia.

Con il mio uso, intorno alle 8 di sera arrivo con circa il 20% residuo, un po’ meno di quanto mi dia Galaxy S6 Edge+ alla stessa ora, molto meno di iphone 6s Plus.

Però Moto X Style ha il turbo power, la ricarica veloce, che in soli 15 minuti di carica (con caricatore in dotazione o altro  adatto) vi dà 10 ore di autonomia.

Diciamo che con un passaggio veloce in auto potreste ricaricare il telefono per quasi mezza giornata. Ma non inseriremo il Moto X Style tra i prodotti più parchi  nei consumi e con la maggiore autonomia.

ALTRI DETTAGLI

Audio e ricezione sono ottimi. Le casse frontali garantiscono un buon livello audio, soprattutto se usate lo schermo gigante per visualizzare video su YouTube o produzioni su Netflix. Avrete sempre un’ottima qualità audio che accompagna la vostra visione. I bassi non sono definiti al massimo livello, ma comunque accettabili.

Ricezione ottima come sempre nella tradizione Motorola.

 CONCLUSIONI

Moto X Style è un bellissimo prodotto, mi è piaciuto usarlo, anche se avrei preferito un’autonomia maggiore. Penso non sia un prodotto “mass market”, ma darà soddisfazioni a chiunque deciderà di comprarlo. Valutiamo il prezzo da nuovo, senza entrare nella giungla dei prezzi on line: il posizionamento on line (circa 500 euro) è ottimo ma anche quello di strada ufficiale a 599 euro rimane competitivo rispetto agli prodotti della stessa categoria.


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover