Cosa sarà dei Google Glass?

Mister Gadget Team16 Gennaio 2015

Non si può dire che io sia un fan, anzi, dovrei dire la verità dicendo che non mi piacciono proprio e diffido un po’ da chi li indossa, ma bisogna dire che oggi si è fatta un po’ troppa confusione nel riportare le notizie che riguardano i google glass.

Molti mezzi di informazione vivono con il copia e incolla dei siti americani, ma sarebbe cosa buona riuscire a tradurre correttamente ciò che viene riportato, in altri casi andare magari anche alla fonte delle notizie per comprenderle fino in fondo.

Il blog ufficiale di google ieri ha diffuso la notizia che dal 19 gennaio sarà chiuso il programma Explorer, per cui i google glass nel modello attuale non saranno più messi in vendita.

Questo (tra l’altro) convalida la mia tesi di qualche mese fa, quando vi dissi che secondo me l’apertura delle vendite a tutti fatta per qualche giorno era intesa solo ed esclusivamente ad esaurire le scorte rimaste e nulla di più.

Oggi alcuni mezzi riportavano l’informazione dell’addio al progetto, ma oggi in realtà pare che ci si trovi di fronte ad una riorganizzazione che fa pensare allo spostamento del progetto verso una fase commerciale.

Ma è sempre difficile entrare nelle logiche di Google e capire che direzione voglia prendere con i suoi progetti: faccio un nome su tutti SILVER.

Che fine ha fatto il progetto che doveva rivoluzionare gli smartphones e che doveva portare i frutti a fine anno (2014)?!?

Questo è solo un esempio del complicato mondo di google che spesso è caratterizzato dagli STOP & GO.

I Google Glass sono passati sotto il controllo di Tony Fadell, che ha inventato prima l’iPod e poi il termostato Nest, per cui si supporrebbe che il progetto venga in realtà indirizzato ad una fase commerciale.

Il punto di domanda reale secondo me è: servono davvero? O ancora più difficile: è giusto che chiunque ne possa disporre?!? Le implicazioni sono tantissime, partendo soprattutto dal tema privacy.

E qui arriva un tema molto più complesso che riguarda i limiti dello sviluppo tecnologico e della diffusione della nuova tecnologia prima che la legge sia riuscita a regolarne l’uso.

Basta valutare gli effetti positivi o si deve necessariamente partire dalla valutazione preventiva dell’uso dannoso di una determinata tecnologia?

Quello che si fa con i google glass si fa anche con altri strumenti, il problema è che quando lo si fa con i google glass le altre persone potrebbero non esserne consapevoli, essenzialmente perché non possono sapere quando gli occhiali fotografano o registrano.

E se queste fossero anche le domande di google?!? Il progetto per ora cambia forma, cambia coordinamento, cambia semplicemente l’obiettivo con cui viene sviluppato. Prima era sperimentare, adesso non sappiamo quale sia.

Ancora una volta, solo il tempo ci potrà dare una risposta. On line, si intende.


Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover