Android Wear vs Watch OS2: una giornata con entrambi

Mister Gadget Team12 Ottobre 2015

Oggi sto provando a portare al polso contemporaneamente il mio Apple Watch  e il nuovo Huawei Watch. Uno sul polso sinistro, l’altro sul destro, entrambi connessi al nuovo iPhone 6s Plus, per vedere come si comportano e quali differenze danno  nell’esperienza d’uso.

Dopo qualche ora, la prima considerazione che faccio è sulla batteria: i due prodotti essenzialmente si equivalgono, almeno nella fase “semplice” di utilizzo senza monitoraggio di attività fisica o altre richieste particolari.

Una piccola “noia” con Android Wear è che l’applicazione deve necessariamente rimanere aperta per riuscire a gestire la connessione con l’orologio. Se si chiude, il vostro smartwatch perde la sincronizzazione.

Huawei Watch - 7

Per contro, mi piace molto il display “always on” che permette in qualunque momento, anche con un colpo d’occhio, di sapere che ore sono e se ci sono notifiche.

Il feedback aptico di Apple Watch è estremamente più gradevole della vibrazione di Huawei Watch, ma la differenza fondamentale sta nell’interazione concessa dai due prodotti.

Purtroppo, con iOS, l’interazione di Android Wear è praticamente a zero, il vostro smartwatch sarà poco più  che un lettore di notifiche.

apple watch red

Una delle limitazioni più grandi è la mancanza di “mirror” tra telefono e orologio nei confronti di Huawei Watch: se attivate ad esempio la navigazione, non avrete alcuna indicazione o notifica sul vostro orologio, così per tutte le altre app che invece usano il display del watch come second screen su android.

Proseguo il mio test, con il rischio di fare la figura del cretino con due orologi al polso (più del solito, diciamo….) ma per la scienza questo ed altro! 🙂

Se avete domande in materia, sono pronto a rispondere, o almeno ci provo!


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover