HomePod e HomePod Mini: il supporto all’audio Lossless

Redazione Web24 Maggio 2021
HomePod e HomePod Mini: il supporto all'audio Lossless

Apple ha annunciato che gli speaker HomePod e HomePod mini offriranno il supporto al formato audio Lossless di Apple Music con un futuro aggiornamento software.

Al momento del lancio di Apple Music Lossless, i due speaker HomePod‌ e HomePod mini non offrono il supporto della nuova versione del servizio di streaming musicale dell’azienda.

Integrano, invece, solo il supporto al Dolby Atmos o “Audio spaziale” che offre agli artisti la possibilità di creare esperienze audio immersive caratterizzate da un suono limpido e multidimensionale.

Apple ha affermato che il supporto per Lossless arriverà con un futuro aggiornamento software, ma ancora non si hanno notizie di quando tale aggiornamento potrebbe arrivare.

HomePod lossless

Come fare per ascoltare i brani in formato Audio Lossless

Per iniziare ad ascoltare i brani in formato Audio Lossless, chi ha un abbonamento e usa l’ultima versione dell’app Musica potrà attivare l’opzione in Impostazioni > Musica > Qualità audio.

Sarà, inoltre, possibile scegliere una risoluzione diversa per i vari tipi di connessione, per esempio cellulare o Wi-Fi, o per il download.

Il livello Lossless di Apple Music parte dalla qualità CD, cioè 16 bit a 44,1kHz, e arriva fino a 24 bit e 48kHz, ed è riproducibile in nativo sui dispositivi Apple.

E per i veri audiofili, Apple Music offre anche il formato Hi-Resolution Lossless fino a 24 bit e 192kHz.

Le grandi cuffie over-the-ear di Apple, gli AirPods Max, invece possono essere collegate a una sorgente musicale analogica tramite il cavo audio Lightning di Apple da 3.5 mm. 

L’adattatore Jack per cuffie Lightining di Apple ha, infatti, un convertitore digitale-analogico che supporta fino a 24 bit / 48 kHz di audio senza perdita.

HomePod lossless

Disponibilità

A giugno quindi si potrà godere della nuova modalità di ascolto anche dagli speaker Apple HomePod e HomePod Mini con lo standard Lossless, senza costi aggiuntivi rispetto a quanto già si paga per l’abbonamento ad Apple Music, però resta ancora oscura la tempistica. 


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.