Apple Watch può individuare problemi cardiaci nascosti

Luca Viscardi17 Marzo 2019
Apple Watch può individuare problemi cardiaci nascosti

Torniamo su un tema molto importante, perché secondo un recente studio Apple Watch può individuare problemi cardiaci nascosti, con una percentuale bassissima di falsi allarmi.

Da dove arriva questo dato

Lo studio da cui derivano queste informazioni è stato presentato oggi a New Orleans, dove è in corso l’American College of Cardiology Conference.

I risultati sono stati raccolti dopo lo studio più massivo mai realizzato sulle patologie cardiache, coinvolgendo addirittura 419,297 persone.

La ricerca ha sfruttato i sensori di Apple Watch per cercare di individuare una fibrillazione atriale in soggetti che non avevano diagnosi precedenti di questo tipo di patologia.

Questa è una malattia grave: causa 750.000 ricoveri ogni anno ed è la causa di morte per oltre 130.000 persone nei soli Stati Uniti.

Il problema principale di questo difetto cardiaco risiede nel fatto che non presenta sintomi chiari ed evidenti, fino al momento in cui potrebbe essere troppo tardi.

Apple watch problemi cardiaci

In che modo ha agito Apple Watch sui problemi cardiaci

Ad una percentuale relativamente piccola del campione coinvolto, pari a circa lo 0.5%, sono arrivate notifiche di Apple Watch che segnalava aritmie.

In pratica, in un gruppo molto grande di quasi 500.000 persone, solo circa 21.000 persone hanno ricevuto informazione del possibile rischio.

Con un approfondimento clinico, circa l’84% delle persone coinvolte hanno avuto conferma di soffrire di una patologia fino a quel momento completamente sconosciuta.

I medici coinvolti nello studio si sono dichiarati soddisfatti per la precisione delle segnalazioni, perché i falsi allarme sono stati pochissimi, i riscontri dopo le notifiche sono stati al contrario altissimi.

Apple Watch può individuare problemi cardiaci nascosti

Parliamo spesso di ciò che fa la differenza tra una smartband da pochi euro e uno smartwatch in grado di fare qualcosa di più che la misurazione dei passi.

La direzione di Apple è molto chiara: trasformare l’oggetto che sta al nostro polso in uno strumento che possa essere anche un apparato medicale facile da usare ed attendibile nelle misurazioni.

Chi altri può dire di essere riuscito a farlo?


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.