Facebook vuole conquistare la nostra TV

Luca Viscardi1 Febbraio 2017
Facebook vuole conquistare la nostra TV

Facebook vuole conquistare la nostra TV e per farlo a quanto pare sta preparando un’applicazione per  set top box come la Apple Tv  per entrare nel terreno dei contenuti originali.

La notizia è stata diffusa ieri dal Wall Street Journal, a cui attribuiamo una credibilità altissima, per cui consideriamo attendibile quanto viene raccontato. Mark Zuckerberg non vuole fermarsi alla diretta sugli smartphone di cani che saltellano per mangiare o gatti che dormono davanti al fuoco, ma vuole proporre contenuti originali e produzioni esclusive.

Con questo scopo, sta già siglando accordi con i grandi studi di produzione, per assicurarsi esclusive per i prossimi anni, pur non avendo ancora rilasciato la app e senza poter proporre numeri precisi sull’audience potenziale.

L’obiettivo di lungo termine è ovviamente far esplodere i ricavi pubblicitari alla ricerca di quel tasso di crescita a cui sono condannate le aziende quotate.

Sarà un caso, ma proprio la scorsa settimana Facebook ha modificato il proprio “news feed” dando maggior enfasi ai video più lunghi, tra l’altro sta già sperimentando il posizionamento di spot pubblicitari nel mezzo del video, dopo circa 90 secondi dalla sua partenza.

Quelli del Wall Street Journal non hanno informazioni sicure sui dati di rilascio, ma sanno per certo che il progetto è in fase di sviluppo dalla scorsa estate.

Per perseguire la creazioni di contenuti originale sono state assunte figure di rilievo nel campo della creatività, come il fondatore di College Humor, Ricky Van Veen.

Riuscirà nella sua impresa il buon Mark? Ho sempre qualche perplessità sulla sua capacità di conquistare l’attenzione delle persone quando ci si sposta dalla sua area di comfort, ovvero facebook.

Quello che sarà davvero interessante capire è il modello di business che verrà applicato a questa nuova iniziativa: una forma di abbonamento come fa oggi Netflix oppure accesso gratuito e poi spot come se piovesse?

Ma soprattutto: quale sarà la qualità dei contenuti? Con Netflix che oggi spazzola le produzioni prendendo il meglio e lasciando le briciole, c’è spazio per altri?

 


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie per aver completato la registrazione alla newsletter di Mister Gadget.