Recensione DJI Avata 2: il drone FPV tocca nuove vette

Riccardo Ferrari7 Giugno 2024
DJI AVATA 2

Il DJI Avata 2 è un passo gigantesco rispetto il precedessore, portando feature e novità interessanti nel mondo FPV

Con il DJI Avata 2, DJI ha ancora una volta apportato modifiche radicali al suo precedente drone FPV (in prima persona) e così facendo ha risolto quasi ogni aspetto negativo dei modelli precedenti. Dove i sistemi FPV fai-da-te sono dotati di una ripida curva di apprendimento, l’Avata 2 è pronto a volare appena lo si tira fuori dalla confezione e offre sia un punto di ingresso accessibile ai principianti che un’esperienza acrobatica completamente funzionale ai piloti veterani.

Se stai cercando un drone per scattare foto aeree o realizzare video cinematografici, andate oltre perchè non è pensato per questo. Il DJI Avata 2 è il sogno di un drogato di adrenalina, progettato per catturare video al cardiopalma e per volare in luoghi dove non vorresti mai andare con un drone più tradizionale. Almeno sulla carta, l’Avata 2 sembra quasi perfetto, ma dobbiamo prendere il volo per vedere se è all’altezza dell’hype.



DJI AVATA 2

Sensore più grande per migliorare la qualità dell’immagine

Il nuovo sensore di dimensioni 1/1.3 dell’Avata 2 è un importante miglioramento rispetto al sensore 1/1.7 dell’originale Avata, e si vede davvero nella qualità del video che questo drone è in grado di catturare. Ora è molto più in linea con quello che ti aspetteresti dal DJI Mini 4 Pro. Una grande differenza rispetto alla Mini 4 Pro, e ad altri droni con fotocamera come questo, è che il DJI Avata non ha un gimball a 3 assi. Invece, si basa sulla stabilizzazione digitale, chiamata Rocksteady da DJI, ed è fondamentalmente quello che troveresti in una action camera come la DJI Action 4 o la GoPro Hero 12.

Nel complesso, c’è un notevole miglioramento rispetto al predecessore dell’Avata 2 e, a differenza della maggior parte dei droni FPV, l’Avata 2 offre video abbastanza buoni da non dover considerare di collegare una action camera alla parte superiore.

Opzioni di registrazione a 10 bit e FOV

In termini di capacità di scarsa illuminazione, il sensore più grande offre filmati più puliti in condizioni di scarsa luminosità, con flaring, vignettatura e distorsione ben controllati per impostazione predefinita, anche se a costo di un campo visivo più ristretto. Il drone ti dà la possibilità di scattare in standard, largo o ultra-wide, che offrono vantaggi per diversi scenari. Personalmente, preferisco il campo visivo più ristretto, e ho passato la maggior parte del mio tempo a volare con quello.

Un grande aggiornamento per coloro che cercano di tirare fuori il meglio nei loro video in fase di post-elaborazione è la possibilità di registrare in modalità colore D-log M a 10 bit. Questo fornisce molta più flessibilità rispetto alla modalità che è stata inclusa nel DJI Avata originale, e ho trovato davvero bello lavorare con per ottenere risultati di alta qualità. Anche la gamma dinamica è stata notevolmente migliorata, perdendo meno dettagli nelle ombre e nelle luci delle tue immagini rispetto al primo drone Avata.

DJI AVATA 2

Porte accessibili e solida qualità costruttiva

La mia più grande lamentela con l’originale DJI Avata è stato il posizionamento del suo slot per schede USB-C e MicroSD. Il coperchio della porta era di davvero difficile accesso. Scaricare video sul mio PC è sempre stato una fatica immane, ma fortunatamente, tutto è cambiato con il DJI Avata 2. Ora le porte si trovano comodamente sul lato inferiore del drone. Inoltre, ora è possibile caricare la batteria nel drone tramite USB-C. In termini di spazio di archiviazione, puoi usare il drone senza una scheda MicroSD se necessario, poiché il drone dispone di 48 GB di spazio dati integrato.

L’Avata 2 è anche un drone resistente, il che è importante considerando come sia praticamente una certezza che a un certo punto lo faremo schiantare contro qualche ostalo, e probabilmente prima che poi. Le protezioni integrate, i materiali robusti e le protezioni per la fotocamera fanno sì che può davvero essere colpita senza troppi danni. Io stesso ho avuto tre incidenti mentre lo provavo, il peggiore dei quali è stata una collisione a tutta velocità con un albero caduto quando ho giudicato male un divario che stavo cercando di attraversare. L’Avata 2 è arrivato completamente indenne e sono fiducioso che sia resistente almeno quanto l’Avata originale. Negli anni in cui ho pilotato il vecchio modello di questo drone ho subito molti incidenti drammatici, e non ha mai subito alcun danno reale.

Quando urti un ostacolo, se il drone finisce a testa in giù, puoi semplicemente capovolgerlo con il lato destro attivando la “Modalità tartaruga“, che fa girare i motori e lo fa apparire pronto per il volo. L’Avata 2 dispone anche del “Return to Home” ed una funzione di freno per fermare rapidamente il drone con la semplice pressione di un pulsante e sensori binoculari fisheye per migliorare la stabilità a basse quote o al chiuso.

Finalmente, un tranquillo drone FPV!

Il tallone d’Achille dei drone FPV di DJI fino ad ora è stato l’orrendo rumore che producono. Questo è particolarmente vero per l’originale DJI Avata, il cui tono alto lo ha reso una macchina volante particolarmente invadente. L’inquinamento acustico è una cosa reale, e più silenzioso è un drone, meno possibilità ha di disturbare persone e animali, quindi sono stato particolarmente felice di scoprire che l’Avata 2 non solo è molto meno fastidioso del suo predecessore, è uno dei droni più silenziosi del cielo.

L’Avata 2 produce circa lo stesso livello di rumore del DJI Mavic 3 Pro, ma il tono del rumore è più alto, anche se non così stridulo. Il Mavic 3 Pro è già un UAV (veicolo aereo senza equipaggio) relativamente silenzioso, e trovo che l’Avata 2 riesce ad essere ancora meno evidente grazie alla differenza di tono.

DJI AVATA 2

Vola veloce e lontano con prestazioni migliorate

Non mi sono mai sentito limitato in termini di tempo di volo dalla capacità della batteria dell’Avata 2. Questo drone può rimanere in aria per un massimo di 23 minuti. Supporta la ricarica rapida PD e il nuovo hub di ricarica bidirezionale ha una funzione di accumulo di potenza in cui se più batterie sono scariche, trasferisce l’alimentazione a quella con il livello di carica più alto. Ciò significa che puoi avere molto più tempo di volo su più batterie rispetto a prima.

L’Avata 2 può volare 8 m/s in modalità normale, 15 m/s in modalità sport e fino a 27 m/s in modalità manuale. Se hai intenzione di volare in modalità manuale, ti consiglio di passare un po’ di tempo a imparare per bene tutte le possibilità a tua disposizione e ad abituarti ai controlli più avanzati nell’app del simulatore di volo DJI su Android e IOS.

Per quanto riguarda le prestazioni, è importante notare che l’Avata 2 può produrre video al rallentatore ragionevolmente buoni. È limitato a 4k 60fps e 2.7k 120fps, ma ho ottenuto risultati davvero buoni e una qualità dell’immagine nitida a 2.7k 120fps, nonostante la risoluzione inferiore.

Il nuovo controller consente molte funzionalità

Eccitante, l’Avata 2 ora offre la possibilità di eseguire trucchi tradizionalmente limitati al volo manuale. Questo utilizza il controller DJI RC Motion 3 per capovolgere, rotolare o fare cambi di 180 gradi con una sola spinta del joystick, questo è molto divertente e rende gli emozionanti trucchi del drone FPV facili da realizzare. Speriamo che, in futuro, vedremo la modalità ACRO ampliata; mi piacerebbe particolarmente essere in grado di fare ripide tuffe verticali usando il controller di movimento.

L’RC Motion 3 è eccellente, con il tempo ho imparato ad apprezzare il volo naturale e preciso che consente. Abilita anche un cursore AR con cui navigare nel sistema di menu, che può essere davvero conveniente.

RC Motion 3 dispone anche di GFSK Sidelink, che migliora la stabilità del segnale e riduce la latenza. Questo segnale più affidabile ha contribuito ad aumentare la mia fiducia con il drone e un nuovo acceleratore a due fermate consente di bloccare la posizione del drone e impedisce al drone di ruotare per evitare di indurre vertigini mentre si utilizza l’interfaccia del visore in volo.

Visore aggiornato

I nuovi DJI Goggles 3 sono un grande miglioramento rispetto ai Goggles 2. Dal momento in cui ho messo il visore per la prima volta sono rimasto colpito dal maggiore grado di comfort che forniscono, grazie a un supporto integrato per la fronte che mi ha tolto la pressione dal viso. Inoltre, c’è una funzione di defogging ad un tocco che aumenta temporaneamente la velocità della ventola e muove più aria attraverso gli occhiali per ridurre la condensa sulle lenti interne.

Presenta una trasmissione a bassa latenza fino a 1080p 100fps e con un ampio campo visivo, oltre a una nuova tecnologia del display chiamata SyncSmooth, volare l’Avata 2 è un’esperienza incredibilmente coinvolgente. Inoltre, non è più necessario togliere il visore per vedere fuori, poiché i DJI Goggles 3 ora hanno un paio di telecamere sulla parte anteriore per abilitare il video passthrough con il semplice tocco di un pulsante. C’è la possibilità di regolare le lenti nel caso di miopia per adattarsi ai tuoi occhi e la condivisione wireless della tua vista può essere effettuata collegando un telefono agli occhiali tramite Wi-Fi e l’app DJI Fly.

Inoltre, gli occhiali possono essere utilizzati per riprodurre video panoramici e 3D. Basta importarli su una scheda SD e inserirli nel visore, quindi accedervi tramite il sistema di menu. Un’ulteriore opzione divertente è quella di utilizzare il tracciamento della testa di Goggles 3 per controllare la direzione di volo per l’Avata 2, anche se questo richiede un po’ di pratica per diventare bravo.

La mia unica vera lamentela con l’Avata 2 è sul lato software, ed è la stessa che ho avuto con ogni drone DJI che ho usato. Non mi piace molto quando i dispositivi che operano offline hanno bisogno di una connessione online e devi accedere con un account per attivarli inizialmente. È in qualche modo comprensibile con i droni, ma ancora non mi piace.

DJI AVATA 2

Una gamma di accessori

C’è una vasta gamma di cose extra che puoi comprare da usare con il DJI Avata 2. La chiave tra questi è il telecomando DJI FPV 3, che ti dà un controllo di volo più tradizionale ed è necessario per il volo manuale avanzato. C’è anche un set di filtri ND che, per molti direttori della fotografia seri, lo considereranno una necessità. I filtri si agganciano in modo sicuro e sono di altissima qualità ottica.

Come per tutti i droni DJI, c’è una combo Fly More che puoi prendere, che consiglio a chiunque acquisti questo nuovo sistema. C’è sia una versione a una che una versione a tre batterie di questa combinazione. Quasi certamente vorrai le batterie extra, e la combinazione “vola di più” a tre batterie include anche il bridge di ricarica a due vie e una borsa a tracolla. Adoro la nuova borsa a tracolla, che si adatta bene al drone e a tutti i tuoi accessori ed è di alta qualità nella costruzione e nei materiali.

DJI AVATA 2

Prezzo e altri droni da considerare

Il DJI Avata 2 Fly More Combo con una singola batteria ti costerà 999 euro, mentre la combo a tre batterie costa 1199 euro. Il drone stesso costa 489 euro, mentre i Goggles 3 costano 499 dollari, l’RC Motion 3 99 euro e il DJI FPV Remote Controller 3 costa 199 euro. Altri accessori sono disponibili per una gamma di prezzi individualmente, ma basti dire che il fly more combo con tre batterie offre sicuramente il massimo rapporto qualità-prezzo. Nel complesso, per quello che stai ottenendo il DJI Avata 2 ha un prezzo molto ragionevole.

Se stai ancora pilotando il DJI FPV Drone, allora il DJI Avata 2 è un grande aggiornamento nella maggior parte dei modi. Anche se il drone DJI FPV è molto bello, molto più veloce ed è ottimo per trasportare action camera, in ogni altro modo l’Avata 2 è molto meglio. L’Avata originale è ancora disponibile, ma a 829 euro non è abbastanza economico da valere la pena acquistare quando l’Avata 2 è disponibile per soli 170 euro in più. L’Avata 2 è molto meglio del suo predecessore, infatti, vale sicuramente la pena aggiornarlo se possiedi l’Avata originale.

Se sei più interessato a scattare foto, allora forse è meglio optare per il DJI Mini 4 Pro, Air 3 o il Mavic 3 Classic o Mavic 3 Pro. Ricorda che l’Avata 2 non è davvero tagliato per scattare foto fisse, e quei droni con fotocamera più tradizionali forniranno video di qualità superiore, anche se l’Avata 2 ha sicuramente colmato considerevolmente il divario in questo senso.

Potresti anche costruire il tuo drone FPV fai-da-te, ma è un hobby serio da affrontare con una ripida curva di apprendimento, anche se eccitante che vale la pena considerare se hai il tempo e l’inclinazione.

DJI AVATA 2

Considerazioni finali

Provare per una decina di giorni il DJI Avata 2 è stato quasi scioccante per quanto sia un salto radicale in avanti rispetto all’originale DJI Avata, il che è sorprendente se si considera che il drone ha meno di due anni. L’Avata 2 lo migliora praticamente in ogni modo e offre un’esperienza di volo davvero coinvolgente. Il volo dei droni FPV non è mai stato più accessibile che con l’Avata 2, e come qualcuno che ha pilotato i droni FPV di DJI da quando il primo è stato lanciato, l’Avata 2 mi ha spinto a impegnarmi in voli più audaci grazie alla fiducia che mi ha instillato.

DJI Avata 2
Il DJI Avata 2 è praticamente il drone FPV perfetto per la maggior parte delle persone che non sono interessate a dispositivi fai-da-te altamente tecnici. C’è incredibilmente poco di cui lamentarsi, e questo dispositivo è così eccellente che sono persino disposto a trascurare l’irritante processo di attivazione iniziale e dargli un punteggio altissimo. L’Avata 2 è un drone incredibile, e se sei mai stato interessato a provare un drone FPV, questo è quello da comprare.
Pro
+ Il sensore più grande offre un grande miglioramento della qualità dell’immagine
+ Molto più silenzioso dei precedenti droni DJI FPV
+ Il posizionamento delle porte facilmente accessibile
+ DJI Goggles 3 molto più ergonomico
+ Veloce e agile, con sistema di controllo del movimento reattivo
+ Offre sia modalità di volo per principianti che avanzate
+ Accessori aggiornati e nuove funzionalità
Contro
– Processo di configurazione iniziale abbastanza tedioso


Potrebbe interessarti anche:



I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.