Recensione Honor Magic6 Lite, sembra uguale, ma non lo è

Luca Viscardi8 Gennaio 2024

Con la recensione di Honor Magic6 Lite apriamo un nuovo anno, che sarà ricco di tecnologia e che molto probabilmente vedrà il marchio spin-off di Huawei tra i principali protagonisti nelle diverse fasce di prezzo, compresa anche la fascia media che viene presidiata con una buona qualità e un prezzo di lancio davvero ottimo.



La nuova proposta di Honor Magic 6 Lite

Dovremmo prima di tutto dirimere un tema: si scrive Honor Magic6 lite, oppure Honor Magic 6 Lite?!? Non fa grande differenza, ma in effetti la nomenclatura corretta è Magic6 Lite, nome a cui faremo riferimento nella nostra recensione.

Ad un primo colpo d’occhio, non cambia molto tra Honor Magic6 Lite e Honor Magic5 Lite di cui abbiamo parlato diffusamente un anno fa: c’è però una differenza importante nel processore Qualcomm Snapdragon 6 Gen 1, che non avevamo magi visto in passato e che quindi rappresenta un ulteriore motivo di curiosità. Cambia anche la batteria, che aumenta la sua capienza, così come migliorate le prestazioni del bel display, sui cui torniamo a breve.

Struttura e design

Il nuovo Honor Magic6 Lite sembra identico al vecchio, ma in realtà cambiano le dimensioni, perché rispetto allo scorso anno la misura è leggermente più generosa, parliamo di 163.6 x 75.5 x 8 mm rispetto a 161.6 x 73.9 x 7.9 mm. Il medio gamma di Honor è realizzato con una dimensione leggermente superiore, che trova una corrispondenza anche nel suo peso, che passa da 175 a 185 grammi.

A proposito di struttura, bisogna sottolineare anche la presenza di una back cover in pelle vegana, con un originalissimo colore arancio, ma sarà più facile trovare sul mercato la colorazione in nero o quella verde.

La serie Magic di Honor si caratterizza per il design della parte posteriore, con un grande anello che circonda il comparto fotografico di Honor Magic6, ora con un tratto più marcato, perché la circonferenza è arricchita da un particolare cromato. Su tutti i dettagli relativi alla fotocamera principale e quelle secondarie di Honor Magic6 Lite torneremo più tardi.

Tra i dettagli da segnalare della struttura di Honor Magic6 Lite c’è senza dubbio il sensore ad infrarossi, che allocato nella parte superiore, mentre il sensore per le impronte digitali è collocato sotto il display ed è discretamente veloce.

Honor Magic6 Lite 5G è dotato di bilanciere del volume e tasto di accensione, che sono collocati sullo stesso lato, quello destro, guardando il cellulare. La slitta per SIM card è collocato alla parte inferiore di Magic 6 Lite, parliamo di un cellulare dual SiM, che funziona con due Nano SIM.

La prima recensione del 2024 è stata l’occasione per spremere un po’ questo telefono di buona qualità, cosa che non ci sorprende in uno smartphone honor, anche se non è un top di gamma. Il nuovo Honor Magic 6 Lite è uno smartphone equilibrato, con un design accattivante, anche senza sussulti rispetto all’anno scorso.

Honor Magic6 Lite

Il display di Honor Magic6 Lite

La qualità del display di Magic6 Lite è un elemento che merita attenzione: stiamo parlando di uno schermo con luminosità di picco da 1200 nits, ben più alta rispetto al predecessore,  il Magic5 Lite, che si fermava a 800 nits.

Lo schermo di Honor Magic6 Lite ha però un’altra caratteristica distintiva da evidenziare: il display ultra-bounce di Honor, infatti, subisce due processi di tempra, per ottenere una struttura a tre strati, capace di resistere alle cadute, con un’efficienza che viene calcolata in 1.2 volte quella di uno schermo normale.

Il rinforzo parziale del display offre una protezione a 360° rispetto alle cadute, grazie a cui il cellulare viene protetto dagli impatti, indipendentemente dal punto in cui avvengono. Non abbiamo gettato il cellulare a terra da 1.5 metri, come da dettagli della protezione, ma ci fidiamo della promessa di Honor. A rafforzare le aspettative c’è la certificazione SGS a 5 stelle, che è una verifica della resistenza anticaduta del prodotto. 

A proposito di display: stiamo parlando di un AMOLED da 6.78″ con un rapporto tra schermo e superficie del 91.2%, che è una quota davvero notevole, ancora più evidente grazie alla scelta di usare bordi curvi sui lati.  La ratio del pannello è 19.5:9, con una densità di 431 pixel per pollice.

La frequenza di aggiornamento di Magic6 Lite arriva fino a 120 hz; il refresh rate può essere regolato a gradini da 60, 90 e 120 hz. Lo schermo di questo cellulare è senza dubbio uno dei suoi punti di forza.

Parlando del display di Honor Magic6 Lite dobbiamo senza dubbio ricordare la dimmerazione PWM ad alta frequenza: sembra una formula diabolica, ma stiamo in realtà parlando della capacita di alleviare la fatica degli occhi, simulando i cambiamenti tipici della luce naturale.

Viene effettuata una regolazione automatica della luminosità, per adattare i colori dello schermo all’ambiente circostante, abbinando anche un controllo della temperatura colore che contribuisce a prolungare il sonno. 

Honor Magic6 Lite

Le fotocamere di Honor Magic6 Lite

La recensione completa di Magic6 lite è passata attraverso il test delle sue fotocamere, anteriore e posteriori, che hanno garantito un buon livello qualitativo: la modalità notturna di Honor sembra leggermente migliorata e, in generale, il rapporto tra prezzo e qualità è soddisfacente, anche quando si parla di fotocamera.

Magic 6 Lite può contare su un sensore principale da 108 mpx, che è il “succo” del suo comparto fotografico, perché gli altri sensori, praticamente identici a quelli del magic5 Lite, sono un grandangolo da 5 mpx e una macro da 2 mpx, che servono più per il marketing che per la sostanza.

Importante segnalare invece che Magic6 Lite, rispetto al Magic 5 Lite dello scorso anno, ha la capacità di girare video in 4K a 30 fps.

In generale, possiamo dire che foto e video con Magic6 lite sono di buona qualità in tutte le condizioni. Grazie al sensore di grande capacità, si può sfruttare uno zoom 3X lossless, che non è altri che un crop dell’immagine ritratta.

In realtà, ciò che conta particolarmente è il fatto che il sensore della fotocamera sia affiancato da un software di editing molto semplice da usare, grazie a cui condividere immediatamente tutto quello che viene catturato.

Ram, memoria e processore

La recensione Honor Magic 6 Lite tiene conto anche del suo hardware, in particolare della memoria interna da 256 gb, che si accompagna alla memoria ram da 8 gb,  un passo in avanti, rispetto alla combinazione 128 + 6 di un anno fa. Migliora anche il tipo di memoria usata, perché se in passato c’era UFS 2.2, ora c’è UFS 3.1.

Su altri dettagli, invece, le scelte sono state un po’ conservative, non c’è il Wifi 6, mentre il bluetooth ha la versione 5.1, un po’ stagionata.

Come già anticipato, il processore è il Qualcomm Snapdragon 6 gen 1. Questo chipset di fascia media fornisce la potenza necessaria per gestire le attività quotidiane, come la navigazione web, l’utilizzo delle app e la riproduzione di contenuti multimediali, senza problemi. Inoltre, il supporto 5G garantisce connessioni veloci e stabili, consentendo agli utenti di sfruttare appieno le potenzialità della rete di prossima generazione. Stiamo parlando di un processore con processo produttivo a 4 nm, migliore di quello a 6 nm dello scorso anno, quando veniva usato uno Snapdragon 695.

La GPU di Magic6 Lite è una Adreno 710, notevole evoluzione rispetto ad Adreno 619 del Magic5 Lite. Come sempre accade per i prodotti Honor, è possibile sfruttare alcune soluzioni software, come Honor RAM Turbo, che aggiunge 8 GB (sfruttando parte della memoria) per un totale di 16 GB.

Batteria

Bisogna ammettere che Magic6 Lite ha una super batteria con Snapdragon 6, perché c’è una combinazione di fattori: da un lato l’aumento della dimensione della batteria, che sale da 5100 a 5300 mAh, dall’altro c’è la capacità di ottimizzazione della batteria con Snapdragon 6 gen 1, processore incredibile parco nei consumi.

Il chip 6 gen 1 di Qualcomm è una scelta perfetta, perché garantisce buone prestazioni ma risulta esageratamente accorto nei consumi. 

Curioso il fatto che accanto alla batteria che cresce sensibilmente nella sua capacità, grazie alla nuova soluzione ad alta densità, ci sia una ricarica meno veloce, da 35 watt, inferiore rispetto ai 40 watt dello scorso anno. Ora però c’è la ricarica inversa cablata, grazie a cui è possibile ricaricare altri dispositivi sfruttando la batteria del cellulare. Con la carica da 35w ci vogliono circa due ore per completare la ricarica dell’enorme batteria.

Honor Magic6 Lite

Il Software di Magic6 lite

Ci ha un po’ stupiti il fatto che il sistema operativo MagicOS 7.2 di Honor sia ancora basato da Android 13, mentre ormai da tempo è disponibile Android 14, ma bisogna attendersi un aggiornamento nei prossimi mesi. Magic6 Lite offre un sistema operativo completo, che integra le funzionalità base tipiche di Android, con alcune ottimizzazioni, come Honor Share, che agevola la condivisione tra dispositivi del mondo Honor.

Quanto costa Honor Magic6 Lite?

Il prezzo di Honor Magic6 Lite farà sorridere chi è interessato all’articolo, perché si parla di 349 euro per l’unica versione disponibile, la 8 + 256 GB in una delle tre colorazioni disponibili.

Nella fase di lancio, Magic6 Lite viene proposto con una cover in regalo, tutti i dettagli sono riportati nell’Honor Store. 


Potrebbe interessarti anche:


Recensione Honor Magic6 Lite, le conclusioni 

La prima recensione del 2024 è positiva, Magic6 Lite è il primo cellulare che proviamo dall’inizio dell’anno e siamo convinti che potrà avere un ruolo da protagonista nella fascia media, perché il rapporto tra prezzo e qualità è adeguato. Magic 6 lite mantiene le caratteristiche peculiari del suo predecessore, è fluido e reattivo grazie alla Magic UI 7.2 basata su Android 13. Avremmo sicuramente apprezzato se Honor avesse installato già Android 14, ma questo nuovo medio gamma sarà sicuramente apprezzato anche con qualche piccolo compromesso.

HONOR Magic6 Lite
HONOR Magic6 Lite è il primo smartphone del 2024 e rappresenta una scelta molto oculata per la qualità costruttiva, il display luminoso e la batteria super capiente. C’è qualche compromesso, manca ad esempio la versione più recente di Android, ma arriverò con un aggiornamento.
Pro
+ Dimensione e peso
+ Fotocamera principale
+ Luminosità display
+ Dimensione batteria
Contro
– Ricarica più lenta
– Non c’è Android 14

I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.