Recensione Asus ROG Delta S Wireless, cuffie da gaming per console e PC

Riccardo Ferrari7 Novembre 2022
Asus ROG Delta S Wireless

Abbiamo passato diverse ore in compagnia delle Asus ROG Delta S Wireless, delle ottime cuffie da gaming per console e pc.



La mia prima impressione delle cuffie Asus ROG Delta S Wireless è che si tratta di un dispositivo dall’aspetto bellissimo con una combinazione di colori che si abbina alla mia PS5, la console su cui avevo intenzione di utilizzare principalmente per la recensione, sia per i giochi che per la musica.

Le cuffie Delta S Wireless sono però multipiattaforma, non sono utilizzabili esclusivamente con PS5 e PS4, ma anche con Nintendo Switch, Xbox, PC e Mac.

Design e qualità costruttiva delle Asus ROG Delta S Wireless

C’è una sensazione di freschezza con la combinazione di colori panda (bianco e nero) e un approccio minimalista nel design generale Delta S Wireless. Non sopporta l’eccessivo “aspetto in stile gaming” estremo utilizzato da alcuni headset attualmente sul mercato e quindi preferirei un design più semplice che si abbini con qualsiasi dispositivo o utilizzo con cui voglio abbinare le mie cuffie.

In termini di comfort, queste cuffie sono piacevolmente confortevoli anche durante le sessioni di lunghe ore e questo include il fatto che spesso indosso degli occhiali da vista. I padigiolini a forma di D- mi coprono perfettamente le orecchie e nonostante pesino 318 g, non premono. La fascia è anche sufficientemente imbottita e, cosa più importante, non è troppo rigida, si adatta perfettamente e non si muove facilmente, anche quando si gira la testa in modo aggressivo.

Ogni confezione delle ROG Delta S Wireless viene fornito anche con due set di cuscinetti per le orecchie, uno dei quali è il cuscinetto in pelle proteica al 100% che può rendere il tuo orecchio caldo dopo un po’ e un set di cuscinetti in tessuto che ventila meglio ma offrono un blocco del rumore circostante inferiore.

Entrambi i cuscinetti non bloccano del tutto i rumori ambientali, ma sono abbastanza buoni nonostante le differenze di materiale. Con un piccolo nipotino spesso in casa, apprezzo la possibilità di ascoltare qualsiasi rumore dall’attività del piccolino. Passare da un cuscino all’altro è fortunatamente un processo molto facile e non comporta complicazioni o difficoltà.

La maggior parte dei pulsanti si trova sul padiglione sinistro, mentre il dongle wireless USB-C è a destra in uno scomparto intelligente. Tutto sommato, non c’è davvero nulla di cui lamentarsi quando si tratta di costruzione e design. Le ROG Delta S Wireless regalano davvero un bell’impatto visivo e anche la qualità sembrava formidabile. Ho provato anche a torcerle per bene per vedere se fossero deboli in qualche punto ma non ottenuto nessun rumore strano.


Altri articoli che ti consigliamo:


Asus ROG Delta S Wireless

Come suonano le Asus ROG Delta S Wireless

Con un driver magnetico al neodimio da 50 mm e una risposta in frequenza di 20 ~ 20.000 Hz che fornisce audio direttamente nelle orecchie degli utenti, le ROG Delta S Wireless sono ideali maggior parte dei giochi su cui le he testato, ad eccezione dei giochi con diversi rumori di fondo. In quelle occasioni infatti può sembrare che alcuni dei rumori di sottofondo di mischino troppo, creando un unico suono, rispetto a quello di avere oggetti ben distinti.

I giochi di corse come F1 2022 e GT7 sono stati i miei primi due giochi che ho provato con queste cuffie e gli effetti sonori del rumore e della limitazione del motore erano rumorosi, chiari e coinvolgenti. Ma quando mi occupo di uno scontro a fuoco in Cyberpunk con dei nemici che mi maledicono e mi sparano, il suono a volte può a volto deludere.


Potrebbe interessarti anche:


Per quanto riguarda l’ascolto musicale vero e proprio abbiamo riscontrato che con melodie incisive e voci più morbide la voce sia annegata dalla musica più forte come Legend of Mother Swan degli The HU. Mentre Faded (Vocal) di Alan Walker, dove sia la musica che la voce hanno volumi identici, suonava incisiva e nitida su una nota più equilibrata.

I pezzi classici e strumentali hanno risultati variabili, a seconda di quale si sta ascoltando. Le parti da solista tendono ad essere chiare e nitide, mentre le parti in cui alcuni strumenti riecheggiano l’uno dall’altro tendono a risultare in un tono piuttosto piatto e monotono.

Per ottenere il meglio dalle cuffie, gli utenti devono utilizzare il software Asus Armoury Crate. È qui che si trovano le opzione per personalizzare davvero il dispositivo.

A seconda dei tuoi gusti personali, i profili predefiniti possono sembrare adeguati o migliorabili. Mi sono ritrovato a armeggiare molto con le impostazioni di EQ dei profili per ottenere i risultati che volevo, ma questo è altamente soggettivo per le preferenze individuali.

I bassi dell’headset non sono tanto presenti nelle opzioni di default, ma questo può essere regolato tramite software, a meno che ovviamente non si stiano utilizzando queste cuffie solamente su una console, in questo caso qualsiasi forma di regolazione significativa può essere fastidiosamente fuori portata.

La cosa buona è che il software Armoury Crate è facile da capire e da usare nonostante i suoi tempi di avvio di caricamento piuttosto lenti. Le impostazioni del microfono con funzionalità come Noise Gate, Perfect Voice e il microfono AI Beamforming sono modificabili, anche se, come le impostazioni EQ, ci vorrà un po’ per ottenere la migliore configurazione.

Il microfono AI Beamforming funziona insieme alla tecnologia di cancellazione del rumore tramite AI concentrando la zona acustica davanti alla nostra bocca per raccogliere ciò che diciamo. Ha lo scopo di produrre una voce più chiara, riducendo il rumore di fondo che ci circonda, il che è una grande idea, ma l’implementazione deve ancora un po’ migliorata.

Il più delle volte, i miei compagni di party si lamentavano che la mia voce era un po’ piatta, come se fossi troppo lontano dal mio microfono. I gate Perfect Voice e Noise possono essere regolati per levigare eventuali effetti indesiderati, ma è ancora uno step ulteriore per qualcosa che dovrebbe funzionare subito appena fuori dalla confezione.

Asus ROG Delta S Wireless

Come si collegano e quanto dura la batteria delle Asus ROG Delta S Wireless?

La connessione wireless a 2,4 GHz garantisce una bassa latenza quando si collega ai dispositivi e c’è anche l’opzione Bluetooth, ma sfortunatamente, si può scegliere solo l’uno o l’altro tramite un interruttore su uno dei padiglioni. Le cuffie non supportano la doppia connettività.

Nel reparto batterie, Asus ha affermato che le ROG Delta S Wireless possono durare fino a 25 ore con una singola carica completa. Nei miei test ho lasciato le mie cuffie non ricaricate per alcuni giorni con un uso sporadico nel mezzo. Non le ho lasciate per esattamente 25 ore, ma se il mio timer non mi ha ingannato, le ho caricate di nuovo dopo 22 ore, ma non perché si erano completamente scaricate, avevo semplicemente bisogno di farlo per passare senza problemi una lunga sessioni di gaming. La velocità di ricarica non era esattamente superlativa, ma una ricarica rapida di 15 minuti permette di avere batteria per circa 3 ore di utilizzo, il che va bene se hai fretta.

Quanto costano le Asus ROG Delta S Wireless?

Al momento della stesura della recensione il prezzo di vendita delle cuffie Asus ROG Delta S Wireless è di 199,90 euro sul sito ufficiale.

Recensione Asus ROG Delta S Wireless, cuffie da gaming per console e PC

Considerazioni finali Asus ROG Delta S Wireless

Come ci si potrebbe aspettare, le Asus ROG Delta S Wireless sono ottime per la fascia di prezzo a cui appartengono. È un ottimo headset, ma che deve affrontare una concorrenza davvero feroce, come SteelSeries, Corsair, Razer, Logitech e molti altri hanno tutte cuffie altrettanto ben equipaggiate. Per alcuni aspetti, ASUS è in ritardo rispetto alla concorrenza e, in altri, è avanti. Tuttavia, il pacchetto complessivo di funzionalità, prestazioni e qualità costruttiva lo rendono competitivo come tutti.

La qualità costruttiva è certamente di alto livello. Inoltre, sono estremamente comode da indossare. Normalmente trovo che mi ci voglia qualche giorno per adattarmi a una nuova cuffia, ma questa mi è sembrata naturale fin dal primo giorno, e questo è abbastanza raro.

La qualità del suono è molto buona, ma penso che il profilo predefinito sia lontano dall’ottimale. Per fortuna, il software è facile da usare e puoi personalizzare ampiamente le impostazioni di EQ in base ai tuoi gusti. Per lo meno, probabilmente vorrai aggiungere più bassi al mix.

<div id="section-review" data-stars="4" data-price="100" data-brand="Apple" data-title="Asus ROG Delta S Wireless" data-text-pro="+ Design accattivante<br>+ Comode anche dopo lunghe ore<br>+ Modalità 2,4 GHz<br>+ Software Armoury Crate facile da usare" data-text-contro="- Qualità del microfono altalenante<br>- Profili audio predefiniti non eccezionali
Asus ROG Delta S Wireless
Le cuffie Asus ROG Delta S Wireless sono senza dubbio uno degli auricolari più comodi che ho provato prima e se stai cercando qualcosa di confortevole e non ti dispiace passare molto tempo a giocare con le impostazioni EQ, allora sarà facile consigliarti questo headset. Ma se sei un utente che si aspetta che le cose siano perfette fin da subito, allora questo auricolare ti metterà alla prova.
Pro
+ Design accattivante
+ Comode anche dopo lunghe ore
+ Modalità 2,4 GHz
+ Software Armoury Crate facile da usare
Contro
– Qualità del microfono altalenante
– Profili audio predefiniti non eccezionali
– In alcuni videogiochi non è il massimo


I bestseller della settimana

Registrati alla newsletter e diventa un tech-lover

Grazie!

Grazie! Riceverai una email per la verifica del tuo indirizzo di posta elettronica. Non sarai registrato fino a che non lo avrai confermato. Controlla anche nella cartella Spam.